Home > C'è un'altro PD: quello che, forse, sta riscoprendo i "BENI COMUNI"

C'è un'altro PD: quello che, forse, sta riscoprendo i "BENI COMUNI"

[youtube 5agO6fdYQXE] Diversi giornali in queste settimane informano sulla parte del PD che dice NO alla gestione pubblica dei servizi idrici e che dice NO ai nostri referendum: in Toscana è Cispel a rappresentarli con molto accanimento…. l’accanimento di chi difende un vero e proprio sistema di potere costituito da tante Spa pubblico/private e da centinaia di Srl derivate: in fondo, Alfredo De Girolamo e Erasmo D’Angelis, fanno il loro mestiere, sono ben retribuiti per svolgere questo ruolo… e da loro non c’è da aspettarsi nient’altro che svolgano il lavoro che gli è stato affidato dal potere politico. Ma anche in Toscana, come in Italia – in quel potere politico del PD – per la prima volta dopo molti anni, sulla gestione dei servizi idrici… si è aperta una dialettica vera e in molte realtà locali i Circoli ed i dirigenti locali del Pd sono anch’essi impegnati nella raccolta delle firme a sostegno dei tre referendum.Oltre a superare un milione di firme, a mio parere, abbiamo interesse a valorizzare che c’è un’altro Pd: quello che, forse, sta riscoprendo  i “BENI COMUNI”…. e comunque, valorizzare questa parte del Pd – a mio parere – è di fondamentale importanza se vogliamo superare il quorum, che è l’aspetto decisivo per vincere i tre referendum.

Io non mi riconosco nel Pd, ma spero che questa parte diventi prevalente (leggendo sul blog http://pdacquapubblica.wordpress.com/) le adesioni che stanno ricevendo… mi sembra che sia così) e non solo come conseguenza del “pragmatismo”, ma – speriamo – anche per idealità che hanno radici profonde nella storia della sinistra italiana e che sono fondamentali per guardare ad un futuro degno di essere vissuto.

fonte: http://pdacquapubblica.wordpress.com

Il PD a favore del referendum sull’acqua pubblicaLa nostra iniziativa

La nostra iniziativa ha due obiettivi:

1)      invitare il PD nazionale a cambiare la posizione sui tre quesiti referendari in difesa dell’acqua pubblica, passando da una simpatia ad una attiva adesione alla raccolta delle firme.

2)      Invitare il PD nazionale a prendere posizione per il SI al referendum.Tutto nasce con la spontanea presa di posizione di molti circoli (Pavia, Monza-Brianza in primis) che hanno deciso di appoggiare la raccolta della firme per il referendum.Da qui l’apertura della pagina su facebook: “Anche il PD a favore del referendum sull’acqua pubblica” (http://www.facebook.com/pages/Anche-il-PD-a-favore-del-referendum-sullacqua-pubblica/115462725152887).

Un successo inaspettato e la consapevolezza che moltissimi circoli, livelli provinciali e giovanili si sono dichiarati a favore del referendum in tutta Italia.Crediamo che il Pd, in questa fase di difficoltà debba riappropriarsi di questo tipo di battaglie di civiltà: è il momento delle scelte radicali, è il momento di essere pragmatici e di stare tra la gente.

Aderiscono

Le realtà del PD che ad oggi hanno aderito all’iniziativa: Giovani democratici d’Italia, PD Veneto, PD Umbria, PD provincia di Pavia, PD provincia di Monza e Brianza, PD provincia di Vercelli, PD provincia di Mantova, PD provincia di Ancona, PD provincia di Belluno, PD provincia di Lodi, Cambia l’Italia Toscana, Cambia l’Italia Puglia.

http://pdacquapubblica.wordpress.com/aderiscono/

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *