Vito Iacono
Vito Iacono

Città Metropolitana di Napoli: Ischia e Procida pesano meno di zero

Tra pochi giorni ci sarà il rinnovo dei membri della Città Metropolitana di Napoli attraverso una elezione di secondo livello ovvero presidente e consiglieri verrà votati non dai cittadini ma dai sindaci e dai consiglieri dei comuni della provincia. Sull’argomento riteniamo utile riportare un intervento di Vito Iacono, consigliere comunale di Forio

“Una volta c’era la Provincia di Napoli ed in essa il collegio elettorale di Ischia e Procida attraverso il quale i Cittadini delle due Isole esprimevano i loro rappresentanti e nel tempo anche le più alte cariche di quella Istituzione. Oggi c’è la Città Metropolitana di Napoli, i Cittadini non votano più, c’è il cosiddetto sistema di secondo livello, cioè votano i Consiglieri Comunali delle nostre Comunità il cui voto “ponderato” vale meno che zero. Eppure restano le competenze di quella Istituzione in materia di Edilizia Scolastica, strade e viabilità, patrimonio, agricoltura, caccia e tanti altri settori vitali per i nostri territori e per i nostri Giovani Studenti, le nostre Imprese, la nostra Gente. Competenze senza rappresentanza. Domani, 19 settembre 2016 alle ore 12.00 scadono i termini per la presentazione delle liste per le quali immagino già si staranno raccogliendo le firme. Non sono a conoscenza di candidature eccellenti (Sindaco di Procida o Sindaco di Serrara Fontana o Lacco Ameno la scadenza del cui mandato è più futura) della nostra Isola sulle quali un qualche partito avrebbe deciso di far convergere gli indispensabili voti della Città. Epperò tra qualche giorno i Consiglieri candidati cominceranno a chiamare perché il 9 ottobre si vota e chiederanno il nostro inutile voto. Non penso che questa volta andrò a votare a meno che non ci sia un impegno esplicito di garantire degna rappresentanza negli organi gestionali alle nostre Isole ed in futuro cambiare lo statuto per favorire la elezione anche di nostri Consiglieri. L’ultima volta andai a votare ma non ricordo in questi anni una sola visita Istituzionale di quei rappresentanti sulla nostra Isola.
Per quanto mi riguarda avevo pensato ad una mia candidatura nell’unico partito possibile che, anche se male, è espressione e pessima sintesi del mio pensiero e del mio percorso, ma nella Provincia di Napoli sta messo veramente male. Dire disintegrato è dire poco. Falcidiato da lotte intestine, situazioni poco chiare, utilizzato, strumentalmente solo per un processo autoreferenziale di “collocomento”. Per il resto niente. Non un progetto, non un’idea strategica per la Città e le nostre Terre. Speriamo cambi qualcosa!!!”

Potrebbe interessarti

quercia colpita

Infestazione del Cerambice della quercia a Procida

Dopo il punteruolo rosso che ha fatto strage di palme, un altro insetto minaccia la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *