Home > politica > Dino Ambrosino: «Le novità si provano, non si smontano»
dino ambrosino

Dino Ambrosino: «Le novità si provano, non si smontano»

dino ambrosino4All’indomani delle primarie del raggruppamento politico “La Procida che Vorrei”, tenutesi lo scorso 20 e 21 dicembre, che hanno visto una importante partecipazione popolare con oltre 1.300 votanti e proclamato, quale candidato a Sindaco per le elezioni comunali della primavera 2015 l’attuale capogruppo di “Insieme per Procida”, Dino Ambrosino, abbiamo incontrato quest’ultimo per raccogliere le sue considerazioni sulla “nuova” esperienza appena vissuta.

Le Primarie per la prima volta a Procida scelte come metodo per trovare il candidato a Sindaco di un raggruppamento politico, quale le tue considerazioni?

«Era il momento giusto per provarle, secondo ciò che hanno dimostrato i numeri. Il nostro merito è stato di averlo intuito e di aver lavorato sodo per organizzarle. <<Le novità si provano, non si smontano>> è stato un nostro slogan: credo proprio che colga lo spirito dell’iniziativa e faccia comprendere con quale atteggiamento ci proponiamo all’amministrazione dell’isola. Tanti problemi del nostro paese si trascinano per pigrizia, noi ci proponiamo di affrontarli con la giusta dose di coraggio».

1.323 elettori sono un grosso bagaglio elettorale che ti porti in dote in vista delle prossime elezioni comunali come pensi di utilizzarlo?

«Lungi da noi il montarci la testa. Tanti elettori sono un incoraggiamento per fare bene i prossimi passaggi, senz’altro non sono un punto di arrivo. Consideriamo che sono cittadini fiduciosi o semplicemente curiosi del nostro nuovo progetto politico. Proveremo ad alimentare e diffondere questi sentimenti proponendo il nostro programma alle varie categorie sociali per recepirne le osservazioni, ragionando sui pro e contro come se già fossimo all’Amministrazione».

Ti aspettavi, a livello personale, un consenso di questa portata?

«Il mio non è un consenso personale. E’ il consenso al percorso di un gruppo di persone impegnate da anni. E mi sono preso la responsabilità di metterlo in discussione proprio perché credevo che abbiamo lavorato molto e che i cittadini avrebbero premiato il nostro impegno».

Quale sarà il rapporto con gli altri candidati?

«Facciamo parte della squadra “La Procida che Vorrei” impegnata a vincere le prossime elezioni amministrative. Credo che il loro contributo continuerà ad essere determinante così come lo è stato in queste settimane. Il percorso delle Primarie è stato vincente anche grazie a tante loro proposte. Del resto ho già sottolineato come questa campagna sia stata molto positiva, abbiamo parlato molto della nostra isola ideale, senza occuparci delle difficoltà e degli errori degli avversari. Ora io, Gianni ed Eugenio siamo chiamati a realizzare le idee e le proposte fatte».

A questo punto, anche guardando quello che accade sull’altra sponda, volendo utilizzare una terminologia calcistica, pensi che la tua squadra sia già completa o sia necessario intervenire con qualche “acquisto” importante?

«La squadra è pronta al 70%, quindi c’è da lavorare al suo completamento. Cercheremo di trovare disponibilità tra quei cittadini che in questi anni hanno dimostrato il loro impegno civico.  Il nostro minimo denominatore è il lavoro, la voglia di dedicare tempo ed energie per costruire una Procida diversa. Credo che dobbiamo convincere le persone che già oggi sono impegnate nel sociale a fidarsi della politica e ad usare gli strumenti giusti per realizzare i comuni obiettivi».

In conclusione, qual è la “Procida che Vorrei” di Dino Ambrosino?

«E’ l’isola che si mette in discussione, che non ha paura delle novità. E’ il paese che prova un’alternativa. E’ la comunità che recupera la speranza di cambiare le cose, che vive il presente con lo sguardo rivolto ad un futuro diverso».

Potrebbe interessarti

Scala (F.I.): Le imbarcazioni coastal rowing del Comune vengono utilizzate correttamente?

PROCIDA – Con una nota (che di seguito riportiamo) del Commissario di Forza Italia e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *