Politica democrazia
Politica democrazia

La vocazione della politica

Di Michele Romano

Politica, vocabolo di origine greca: Polis: città, comunità, Tiko: organizzare.  Costruire, racchiude in sé la sana ambizione di indirizzare il percorso  di una ecclesia di una moltitudine di cives verso  la modalità del vivere nel modo migliore possibile, coniugando il faticoso sforzo umano, sia personale che pubblico, tra la conoscenza del bene e l’agire morale, intesa come etica della responsabilità.

In tal senso la Politica costituisce l’attività più nobile, creativa, affascinante, eroica, perché  mette in campo idee, visioni, progetti, aspirazioni, passioni che conducono  al sacrificio per rendere più felice l’esistenza altrui. L’emblema sublime di tutto ciò lo riscontriamo nella figura straordinaria del martire Antonio Gramsci.

Ma per la legge del contrappasso, spesso tale dimensione idilliaca della vis nella politica si trasforma nell’autoreferenzialità di dominio, utilizzando la torbida potenza della parola demagogica per eccitare masse in balia della paura, disperazione, dell’odio, dell’ipocrisia tanto da diventare attività ignobile, ingiusta, autoritaria non autorevole.

Concordiamo con il padre della sociologia Max Weber che l’essenza della politica si trova dentro il dovere di vigilare e mantenere sotto controllo l’intreccio tra la docilità della ragione e la virulenza dell’irrazionalità tanto da farle assumere  lo status di vocazione missionaria a servizio dell’umanità.

Postilla: L’occasione per sperimentate la vocazione della politica viene offerta dal prossimo percorso  elettorale che tocca anche la nostra comunità Micaelica.

Ci auguriamo che non si riduca  ad una diatriba deprimente tra Guelfi e Ghibellini acquatici  incentrata sul Nulla Cosmico, ma una appassionante, sagace, saggia gara costruttiva di profilo alto sul futuro della nostra dolce e suggestiva isola, partendo dal disastro socio sanitario alla cura di un territorio sempre più sofferente, da una identità socio culturale, economica da definire ad una visione di sensibilità comunitaria alquanto appassita e smarrita. Qui si porrà la nobilitate di chi si propone Ceto Dirigente.

Potrebbe interessarti

Fondazione Ospedale Civico Albano Francescano: il Comune assuma impegni economici per gli ospiti della struttura

PROCIDA – In attesa che l’argomento possa essere discusso in una delle prossime sedute di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *