Home > Poiesis Procida presenta il progetto: "cultura del benessere sociale"

Poiesis Procida presenta il progetto: "cultura del benessere sociale"

20111201-113533.jpg

Di Fabio Branchi

Il nuovo progetto sperimentale ed innovativo dell’Associazione Poiesis Procida , “Cultura del Benessere Sociale”, nasce per avviare una stagione nuova per la qualità della crescita e dello sviluppo in Procida, che non può prescindere dalla riqualificazione e dal potenziamento della rete complessiva di offerta di servizi sociali. L’Associazione prospetta una stagione nuova per l’esigibilità dei diritti sociali e del diritto al benessere e alla dignità di tutti i cittadini e le cittadine procidane, una stagione nuova per la qualità delle prestazioni sociali e per la professionalità degli operatori sociali. Tutto questo cessa di essere intenzione e diventa realtà solo se l’Amministrazione comunale sceglie con forza e con coraggio di investire risorse certe, secondo regole date e note a tutti, per la selezione dei più validi e coerenti programmi di investimento, per la riqualificazione e l’adeguamento dei servizi già attivi, per la realizzazione di nuovi servizi, per la sperimentazione di modelli innovativi di intervento per il contrasto dei principali fattori di rischio di disagio e di esclusione sociale e per la promozione dei percorsi di autonomia delle persone che vivono una delle diverse condizioni di fragilità del nostro tempo. Questo il progetto, questo il realizzabile sogno, questa la ” battaglia” prioritaria dell’ Associazione Poiesis Procida. Nel settore sociale gli investimenti devono essere “produttivi”, generare nuova e buona occupazione, assicurare prestazioni sociali di qualità, concorrere a determinare ed accrescere il livello di qualità della vita nell’isola, sostenere gli obiettivi di conciliazione vita-lavoro, concorrere all’efficienza complessiva del sistema Procida. Per attuare ciò si esige rigore ed onestà morale ed intellettuale nella scelta delle idee progettuali, attenzione nella valutazione dei mezzi propri, competenza nella elaborazione delle proposte progettuali, anche nelle loro componenti tecniche, responsabilità nella attuazione degli interventi e continuità dei nuovi servizi che nascono. Bisogna qualificare la dotazione infrastrutturale sociale, per il recepimento dei nuovi standard e la garanzia di maggiori livelli di qualità per l’utente finale, bisogna favorire iniziative e interventi di carattere sperimentale volte a promuovere l’esigibilità dei diritti sociali dei soggetti svantaggiati e dei loro nuclei familiari. Necessita promuovere l’inclusione sociale e sociolavorativa di specifici target di individui e nuclei familiari portatori di bisogni sociali , anche mediante l’avvio di nuove attività produttive strettamente finalizzate a obiettivi sociali. Occorre promuovere iniziative concrete per un sistema di interventi di organizzazione degli spazi, dei tempi e della mobilità nell’isola volti ad accrescere la qualità della vita e la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Per la riqualificazione del sistema sociale procidano è propedeutico sostenere un investimento straordinario nella qualificazione delle risorse umane impiegate nella erogazione dei servizi sociali, attraverso la formazione di nuove figure professionali per le nuove opportunità occupazionali nel settore sociale, ed attraverso il sostegno all’autoimpresa e alla formazione di nuove imprese sociali di giovani e di donne. L’Associazione Poiesis Procida si prefigge l’obiettivo concreto di realizzare migliori condizioni di vivibilità, di coesione e di inclusione sociale, in linea con la strategia di Lisbona e di Nizza, così da instradare Procida , la nostra eden flegrea, verso una nuova identità , a lei confacente, di Isola “giovane, bella e promettente”.

Potrebbe interessarti

Menico Scala: A Procida le “fritture di pesce” non hanno avuto effetti

PROCIDA – Nelle ore post referendum sulla schiacciante vittoria dei NO a discapito dei SI, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *