Home > Procida. C’è posta per me?

Procida. C’è posta per me?

Cittadini procidani, alle prese con il mancato recapito della loro corrispondenza, chiedono spiegazioni e chiarimenti.

Questa è la domanda che molti procidani rivolgono, con sempre maggior insistenza, all’Ufficio delle Poste Italiane di Procida, giacché lamentano ritardi o, peggio ancora, il mancato recapito della loro corrispondenza. Il problema, sul quale si sono attivati anche gli uomini della locale stazione dei Carabinieri guidati dal maresciallo Salvatore Cuppone, sta coinvolgendo, a macchia di leopardo, varie zone del territorio isolano creando non pochi problemi ai cittadini. Le motivazioni sembrano essere più di una a partire dalla mancanza di adeguate cassette di domiciliazione, a carenze di personale o, meglio ancora, un personale che ruota troppo velocemente e che, quindi, neanche il tempo di conoscere la zona che già deve andare via, sino a giungere alle difficoltà nei collegamenti marittimi degli ultimi giorni che non ha permesso al personale di raggiungere l’isola.

Fatto sta che, per molti cittadini, le giustificazioni trovano il tempo che trovano e vogliono vederci chiaro. A tal proposito il consigliere comunale Fabrizio Borgogna ha inviato una nota alla direzione di Pozzuoli per chiedere i chiarimenti del caso.

“Oggetto: disservizi servizio recapito sull’isola di Procida.

Gentile direttore, molti cittadini dell’isola di Procida mi hanno manifestato la mancata consegna della corrispondenza postale da circa 15 giorni, causando grave disagio e conseguentemente problemi anche di natura economica con i vari enti fornitori di servizi (Enel, Telecom), determinando more per ritardi e/o mancati pagamenti, fino al distacco delle forniture.
Considerato, inoltre, che numerosi cittadini sono lavoratori-pendolari e marittimi che attendono comunicazioni lavorative, è facile intuire il gravissimo danno causato da tali disservizi. Senza dimenticare, poi, che il servizio postale rappresenta un ponte con la terraferma, con Napoli in particolare, anche per il recapito di altri tipi di corrispondenza, che evita all’utente di sobbarcarsi inutili e dispendiosi viaggi.

Si prega, pertanto, di intraprendere ogni utile iniziativa affinché si possa ripristinare rapidamente il servizio di recapito della corrispondenza per scongiurare i disagi sopra citati ed evitare l’accrescere del malcontento dei cittadini che hanno il diritto ad usufruire di una migliore offerta qualitativa. A tal proposito, visto che risulta allo scrivente che la causa del disservizio è da imputare alla mancanza di personale, nell’attesa di una soluzione definitiva, si potrebbe valutare l’ipotesi di far effettuare del lavoro straordinario al poco personale in servizio, addetto alla consegna.
In attesa di un sollecito riscontro, l’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.”

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *