Home > Procida: Il Coordinamento Cittadinanza Attiva chiede l’intervento di Bertolaso

Procida: Il Coordinamento Cittadinanza Attiva chiede l’intervento di Bertolaso

Lo scorso 2 marzo il Coordinamento Cittadinanza Attiva di Procida ha inviato una nota al Sottosegretario di Stato Delegato all’Emergenza Rifiuti nella Regione Campania On.le Guido Bertolaso e per conoscenza al Ministro dell’Interno dott. Roberto Maroni e al Prefetto di Napoli Dott. Pansa, avente ad oggetto la rinnovata richiesta di intervento sostitutivo nei confronti del Sindaco e Componenti della Giunta Comunale di Procida ai sensi dell’art. 3 del decreto legge n. 172 del 06/11/2008 convertito con modificazioni nella legge n. 210 del 30 /12/2008. “Il COORDINAMENTO CITTADINANZA ATTIVA DI PROCIDA, libera forma di partecipazione all’Amministrativa Locale, riconosciuto ed inserito nell’Elenco degli Organismi Associativi del Comune di Procida
PREMESSO
che in data 17/11/2008, con propria missiva Raccomandata A.R., indirizzata alle SS. LL. ILL.me, nel richiamare la delibera di Giunta Comunale n. 39/ ’08 e la sua successiva Ordinanza Sindacale n. 32 del 10/03/2008 con la quale veniva istituito il Servizio di Raccolta Differenziata locale a far data del 10/04/2008, ha segnalato la mancata attivazione di tale servizio sollecitando interventi sostitutivi previsti dalle disposizioni di cui al decreto-legge n. 172/08’,
SOTTOLINEATO
altresì, che il su indicato Piano di Raccolta Differenziata, è il seguito di altri Piani adottati dalle varie Giunte Comunali succedutesi nel tempo e risultati inattuati ad ogni buon fine, si elencano i relativi atti:
1) deliberazione n. 1 del Commissario Provinciale ad acta del 09/11/1998 (Regolamento Comunale per la Gestione dei Rifiuti Urbani ed Assimiliati, con annesso Piano per la Raccolta Differenziata);
2) deliberazione consiliare n. 75 del 21/12/1999;
3) deliberazione della Giunta Comunale, n. 256 del 23/06/2000;
4) deliberazione del Consiglio Comunale n. 74 del 17/10/2000.
PRESO ATTO
che, in data 15/12/2008, Sua Eccellenza il Prefetto di Napoli, con n. 1150/Area II – EE. LL. in relazione all’esposto di questo Organismo del 17/11/2008 (Allegati n. 2, 1 foglio), pervenuta al Comune via fax in data 09/01/2008, prot. n. 178, ha chiesto al Sindaco “di voler fornire aggiornate notizie sulle iniziative assunte al riguardo, ai fini di ogni valutazione di interesse di questo ufficio”.
Facendo seguito alla precedente diffida (Allegato n. 4, 2 fogli) ad adempiere, notificata in data 17/12/2008 alle SS. LL. ILL.me in quanto le strade di Procida erano in quel periodo invase da immondizia non raccolta dagli operai della Società SEPA, gestore del servizio, a cui non erano stati liquidati diversi stipendi per il servizio reso.
Tanto premesso, il persistere a tutt’oggi della grave inosservanza degli obblighi di legge posti a carico del Comune di Procida con l’emergenza rifiuti nella Regione Campania,
CHIEDE
nel contempo nuovamente un intervento sostitutivo ai sensi e per gli effetti del rigore della procedura di cui all’art. 3 del decreto-legge 172/’08, convertito con notificazione nella legge n. 210 del 30/12/2008, nei confronti del Sindaco e dei Componenti della Giunta Comunale di Procida, inadempienti.
Nell’attesa di un sollecito riscontro del presente esposto ricognitivo, porge distinti saluti.
Per il COORDINAMENTO CITTADINANZA ATTIVA DI PROCIDA
(Tommaso Forestieri)
(Basilio Luoni)
(Antongiulio Traiola)

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *