Home > Procida – Incolumità pubblica a rischio: si aspetta la tragedia?

Procida – Incolumità pubblica a rischio: si aspetta la tragedia?

Dal quotidiano Il Golfo, un articolo sulla sicurezza stradale sull’isola fortemente a rischio come evidenziato dal PD di Procida in una lettera al Sindaco di seguito riportata.

(In)sicurezza stradale: il Partito Democratico chiede interventi al Sindaco Lubrano

Problematica sempre attuale quella riguardante la sicurezza stradale, trattata dal Coordinamento del Partito Democratico di Procida in una lettera aperta inviata al Sindaco Gerardo Lubrano, che di seguito riportiamo, nella quale si chiede conto di una serie di scelte (o non scelte) effettuate dall’Amministrazione Comunale negli ultimi anni. “Gentile Sindaco, poiché rappresenta la massima Autorità di Pubblica Sicurezza sul nostro territorio, desideriamo socializzare alcune riflessioni e rivolgerLe un invito in materia di Sicurezza stradale.

Come noto, automobilisti indisciplinati, motociclisti arroganti e spavaldi che confondono la pubblica strada con una pista, autotrasportatori incuranti di rispettare le norme elementari di sicurezza, contribuiscono al degrado ambientale ed all’invivibilità stradale, con un numero di incidenti stradali che lascia sconcertati! Ciò premesso La invitiamo a rinnovare l’invito alle Forze dell’Ordine, ed in primis alla Polizia Municipale, perché nell’applicare con intelligenza il

Codice della Strada (come talvolta sembrano fare) siano intransigenti (tolleranza = zero) verso coloro che violano alcune particolari norme:

1. eccesso di velocità;

2. guida con l’uso del cellulare;

3. guida in stato di ubriachezza o in dipendenza di droghe;

4. sosta non consentita;

5. divieto di sorpasso;

6. abuso di potere (es: percorsi preferenziali con mezzi non autorizzati, uso Auto di Servizio per finalità private, occupazione abusiva delle strisce blu, etc).

Osserviamo, inoltre, che all’insicurezza stradale contribuisce anche la mancanza di manutenzione ordinaria delle pubbliche strade con buche che sembrano voragini, cubetti e lastre di porfido sollevati, tombini che traballano e rischiano di sprofondare, erbacce sui cigli delle strade (in alcuni tratti impediscono la stessa visibilità), cumuli di rifiuti ingombranti di estrema pericolosità (ci siamo permessi di denunciarne la presenza alla Struttura del dr. Bertolaso).

L’incolumità pubblica è a rischio

á e le conseguenze possono ricadere anche su di Lei (come ben sa, già in diverse circostanze l’Amministrazione Comunale è stata chiamata a risarcire i danni). Ci chiediamo, dunque, perché non interviene con decisione? Perché aspettare che si verifichi una tragedia? Tra l’altro Ella ha ritenuto, si spera per migliorare il presidio del territorio e non per altre ragioni(!), di avallare una determinazione del Servizio di Polizia Municipale del 6 agosto u.s. che indice un concorso pubblico per l’assunzione di ulteriori 12 (numero casuale?) agenti di P.M., con contratto part-time 50% a tempo indeterminato, senza copertura finanziaria!!! Non ritiene che sia arrivato il momento di cominciare a governare l’Isola, dopo anni di oscurantismo, iniziando dal far rispettare le regole più elementari della convivenza civile? Noi riteniamo che uno dei compiti dell’Amministrazione Comunale sia anche quello di provare ad educare la Cittadinanza, e Lei?

A disposizione, cordialità PARTITO DEMOCRATICO di Procida”

Fonte: Il Golfo

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *