Home > Procida. La mattanza dei tonni è insostenibile nel Regno di Nettuno.

Procida. La mattanza dei tonni è insostenibile nel Regno di Nettuno.

Aree protette. Borrelli. Assessore parchi Provincia. Mattanza tonni insostenibile in Regno di Nettuno “La mattanza di tonni in corso nelle acque del Regno di Nettuno conferma tutte le nostre perplessità sull’autorizzazione all’allevamento concessa alla società giapponese”. Lo ha detto l’assessore ai parchi e alle aree protette della Provincia di Napoli, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “è assurdo pensare di sensibilizzare residenti e turisti sui limiti alla balneazione e alla pesca derivanti dall’istituzione dell’area marina protetta se poi si permette un simile scempio nelle acque che dovrebbero essere tutelate”. “Nonostante il parere negativo espresso dalla Provincia, si è deciso di proseguire su questa strada sbagliata” ha concluso Borrelli ribadendo di considerare “incompatibile la presenza di un allevamento di tonni in un’area marina protetta”.

Aree protette. Cacciola. Verdi. Chi ci guadagna con la mattanza dei tonni nel Regno di Nettuno?

“Cosa ci guadagna l’area protetta nel concedere a una società giapponese le autorizzazioni per allevare e uccidere tonni in acque che dovrebbero essere tutelate”?

A chiederselo è Mario Cacciola, capogruppo dei Verdi nel Consiglio provinciale di Napoli, per il quale “è assurdo che in un’area protetta si permetta una vera e propria mattanza di tonni alterando l’equilibrio naturale esistente in quella parte del territorio della provincia di Napoli che, dopo anni di battaglie delle associazioni ambientaliste e delle Istituzioni, è stata finalmente riconosciuta meritevole di tutela con l’istituzione del Regno di Nettuno”.

Mauro Iovino

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *