Home > Procida. Maria Capodanno propone di intitolare la caserma dei Carabinieri a Mario Sapere.

Procida. Maria Capodanno propone di intitolare la caserma dei Carabinieri a Mario Sapere.

La scomparsa del Maresciallo Mario Sapere, comandante della Stazione dei Carabinieri di Procida dal 1964 al 1984, ha molto rattristato la nostra isola.
Il maresciallo Sapere è stato una figura istituzionale che ha accompagnato la vita e la crescita della nostra comunità per un ventennio. Persona accorta e sensibile più propensa alla prevenzione che alla repressione, ha goduto sempre della stima di tutti e da tutti è stato benvoluto.
Uomo d’ordine, autorevole mai autoritario, era un esponente della istituzione, cresciuto alla scuola del dovere proprio dell’Arma dei Carabinieri.
Pur essendo una persona sensibile incuteva un naturale rispetto e faceva onore al suo ruolo e alla sua funzione. Ha lasciato in tutti un ottimo ricordo di attaccamento al dovere e agli obblighi del suo stato. Irreprensibile nel suo modo di essere, elegante nelle sue divise, ligio ai suoi compiti, fattivo e collaborativo sul piano istituzionale, il maresciallo Sapere ha speso una lunga parte della sua vita sull’isola al servizio della legge e della nostra comunità.
Per questo propongo che il Consiglio Comunale, rendendosi interprete dei sentimenti della cittadinanza, proponga all’Arma di intitolare alla sua memoria la caserma della Stazione di Procida, in ricordo non solo della permanenza sull’isola ma anche del sacrificio personale e dei suoi uomini di dover svolgere il proprio dovere in una sede disagiata.
Esprimo infine alla signora Cristina, ai figli e familiari tutti e alla grande famiglia dell’Arma dei Carabinieri, le più sentite ed affettuose condoglianze.
Maria Capodanno

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *