Home > politica > Scala: Si può non assumere un professionista per troppi titoli? Al Comune di Procida è possibile

Scala: Si può non assumere un professionista per troppi titoli? Al Comune di Procida è possibile

PROCIDA – Nella giornata di ieri il consigliere comunale Menico Scala è intervenuto, con una comunicato, sulla nomina del responsabile dell’ufficio tecnico comunale, nel quale si legge: “Se non siamo alle comiche poco ci manca e la cosa meriterebbe di avere un risalto nazionale.

Al Comune di Procida, ad oltre 30 gg dal pensionamento del Responsabile Ufficio Tecnico del Comune, l’Amministrazione non è stata ancora capace di nominare un sostituto pur avvalendosi della procedura più semplice del mondo ovvero a chiamata diretta.

E’ inutile fare una cronistoria ma, la messa in pensione del Responsabile, era programmata da più di un anno e quindi non si ci voleva tanto per capire che a Novembre sarebbe stato necessario la nomina di un nuovo Responsabile dell’ufficio tecnico e, allo stesso modo, organizzare per la costituzione della Commissione Paesistica, anche questa arrivata ben oltre sua scadenza naturale.

La realtà, invece, è che si naviga a vista per non rompere, evidentemente, gli equilibri piuttosto variabili e flebili di una maggioranza che, al di là del ristretto cerchio magico, non ha occhi per nessuno.

Organizzazione, se vogliamo considerarla tale, pari a Zero che sta bloccando un intero settore portante dell’economia del territorio, con pratiche in giacenza in attesa della venuta del Segretario Comunale (altra nota dolente se si pensa che stiamo pagando ancora la dott.ssa Livia Letizia) nella persona del Dott. Luigi Cupolo che una volta a settimana, non per colpa sua ma in virtù del contratto voluto dall’Amministrazione, è costretto a svolgere, oltre alle proprie funzioni, quella di Responsabile dell’Ufficio Tecnico.

Insomma una vera catastrofe amministrativa. Ora si riapre il bando e per avere il Responsabile se ne parlerà l’anno nuovo mentre l’edilizia privata e pubblica è al palo.

Ringraziamo pubblicamente tutti coloro che hanno presentato la domanda per porre la propria candidatura alla nuova posizione di dirigente, e sembra alquanto strano che pur trattandosi di professionisti con curriculum rispettabili, non rispondono ai requisiti della figura che si cerca.

Da questo punto di vista, quello che ai più appare un controsenso lo si legge in una recente nota che riguarda la dott.ssa Melito, professionista conosciuta nel settore che già ha svolto interventi per il Comune di Procida, che, a dire dell’Amministrazione, ha troppe qualità per essere impiegata in questa posizione dirigenziale a termine, della serie “Se non son matti non li vogliamo” (in procidano il detto suonerebbe meglio ma… ci siamo capiti)”.

Potrebbe interessarti

Giaquinto: Difendere il borgo di Corricella significa salvaguardare il nostro futuro

PROCIDA – «La Corricella Patrimonio dell’Umanità – scrive Giuseppe Giaquinto in un post – sostiene …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *