Home > 8 marzo

8 marzo

Correva l’anno 1908, quando, a New York, le operaie dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le disumane condizioni di lavoro cui erano sottoposte. Dopo alcuni giorni di lotta, l’8 marzo appunto, il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Lo stabilimento andò in fiamme e le 129 operaie rimasero imprigionate all’interno arse vive, e senza scampo, dalle fiamme.A seguito di questo accadimento, la data dell’8 marzo venne proposta da Rosa Luxemburg come giornata di lotta internazionale a favore delle donne.
Negli anni seguenti iniziarono ad aversi celebrazioni circoscritte agli Stati Uniti che avevano come unico scopo il ricordo delle operaie morte nel rogo della fabbrica. Successivamente, con il diffondersi e il moltiplicarsi delle iniziative, che vedevano come protagonistele rivendicazioni femminili in merito al lavoro e alla condizione sociale, la data dell’8 marzo assunse un’importanza mondiale, diventando, grazie alle associazioni femministe, il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli, ma anche il punto di partenza per il proprio riscatto.
Oggi, forse, l’aspetto puramente consumistico ha assorbito e fatto perdere il vero senso di questa così come di altre ricorrenze ed iniziative, e questo proprio in un momento complesso e travagliato del percorso umano in cui la donna, unitamente ai bambini, finisce per diventare troppo spesso bersaglio/oggetto di una società in crisi, non solo dal punto di vista economico, attaccata a valori flebili e malata di egoismo.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *