Home > politica > Aggiornamento sui lavori di metanizzazione in via V. Emanuele

Aggiornamento sui lavori di metanizzazione in via V. Emanuele

PROCIDA – Nella giornata di ieri si è svolta la consueta riunione di aggiornamento legata ai lavori del metano su via V. Emanuele che, in una nota viene sintetizzata dall’assessore ai lavori pubblici Rossella Lauro: “Con la presenza del Comandate della Polizia Municipale, della CPL Concordia, della Progas Metano, della direzione lavori e della Sap è stato concordato che è possibile garantire il passaggio dei veicoli dalla zona di San Giacomo verso piazza Olmo.

Sono stati realizzati 108 metri lineari di costruzione della rete gas-metano che hanno interessato la parte più stretta della strada. Ad oggi i lavori sono localizzati nell’area più larga che permette il transito. 

Dalle ore 19.00 della giornata odierna fino alle 8.30 di lunedì 4 febbraio sarà riaperto, in alternativa al percorso con i semafori, il tratto di via V. Emanuele da San Giacomo verso piazza Olmo.

Da lunedì 4 febbraio, a chiusura cantiere, dalle ore 19.00 alle ore 8.30 del giorno successivo, verrà garantito anche il percorso su via V. Emanuele grazie all’allargamento della strada e alle verifiche effettuate sull’asse viario principale.

Restano fermi i dispositivi di cui alle ordinanze 3/19 e 5/19 nella parte in cui compatibili con l’odinanza che è stato pubblicata questa mattina n. 8/19.

Chiediamo massima collaborazione ed il rispetto dell’ordinanza affinché non si verifichino disagi e blocchi della circolazione: evitiamo di passare con il semaforo rosso, di parcheggiare nelle zone delicate e di transitare con i veicoli durante le ore di lavoro all’interno del cantiere.

Ciò permetterà il miglioramento del dispositivo veicolare e velocizzerà i lavori”.

http://alboprocida.asmenet.it/allegati.php?id_doc=1130212&sez=p&data1=01/02/2019&data2=16/02/2019

Potrebbe interessarti

Procida, la piccola pesca incontra la Regione: “Norme eccessive, così moriamo”

PROCIDA – (c.s.) La concorrenza spietata delle multinazionali, la crisi strutturale del settore, l’eccessiva burocratizzazione: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *