Home > Eventi > Alilauro celebra il fondatore Agostino: “Daremo una mano al Museo del mare”

Alilauro celebra il fondatore Agostino: “Daremo una mano al Museo del mare”

ISCHIA – Nel giorno che celebra Sant’Agostino, Alilauro ricorda il suo fondatore, Agostino Lauro, che nel 1944 – a bordo del “Freccia del Golfo” – effettuò la per la prima volta la linea turistica Ischia-Capri. 

“Il mare è una questione di Dna. – ha sottolineato il figlio Salvatore, presidente Volaviamare – Agostino fu ribattezzato il secondo Cristoforo Colombo perché portò, salpando il 5 dicembre 1947, la “Buona Speranza” da New York a Napoli, attraversando gli Oceani e approdando a destinazione il 18 febbraio 1948. Ricordarlo non è un dovere, ma un onore per chi ne segue con orgoglio le orme”.
E proprio in occasione dell’onomastico, l’amministratrice delegata di Alilauro, Mariaceleste Lauro, ha annunciato l’intenzione della compagnia di valutare, nel Cda, un aiuto concreto al Museo del Mare, una realtà culturale che racconta l’epopea della navigazione da e per l’isola d’Ischia e che ha dedicato ad Agostino Lauro una stanza. “Abbiamo appreso – sottolinea – di difficoltà nella gestione di un bene prezioso della nostra comunità e, in linea con una delle mission delle nostre aziende, abbiamo l’intenzione di dare il nostro contributo e il nostro sostegno affinché la memoria del nostro mare, e di chi lo ha attraversato con passione, a cominciare da Agostino, sia custodita con la massima attenzione e raccontata ai nostri turisti”.

Potrebbe interessarti

Orsola, a lavoro col pancione: professionalità e maternità, il volto bello di Alilauro

Dovrà fermarsi ora, ma solo perché è praticamente obbligata. E tornerà presto, perché la maternità …

Un commento

  1. Nicola Lamonica

    Amicizia e reciproca stima legavano me all’Armatore Agostino Lauro che richiamo qui all’attenzione delle nuove generazioni per la laboriosità dell’uomo e la semplicità di una vita ben vissuta sul mare e per la Sua isola e per l’acume imprenditoriale che lo caratterizzava e lo contraddistingueva in uno ad una generosissima umanità. Nel ricordo sincero ritengo giusto che il Museo del Mare lo accolga e lo richiami alla memoria collettiva!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *