procida mare ponente e1433311354900
procida mare ponente e1433311354900

Campania: Allerta Meteo per vento forte

PROCIDA – La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un’allerta meteo per venti forti e mare agitato valevole a partire dalle 16 di oggi e fino alle 22 di domani.L’avviso riguarda le zone 1,2,3,4,5 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno eMonti Picentini; Zona 4: Alta Irpinia e Sannio; Zona 5: Tusciano e Alto Sele) con qualche differenza.I venti saranno generalmente forti dai quadranti occidentali. Le aree maggiormente interessate saranno quelle appenniniche della Campania centro-settemtrionale dove si prevedono “Venti forti da Ovest-Sud-Ovest con locali raffiche, in attenuazione dal pomeriggio di domani, 11 febbraio”.Sulla fascia costiera, con particolare riferimento alle Isole del Golfo e alle coste esposte “Possibili forti raffiche dai quadranti occidentali, a partire dalla serata. Mare agitato con possibili mareggiate”.La Protezione civile della Regione Campania raccomanda alle autorità competenti di attivare il monitoraggio del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso”.

Potrebbe interessarti

Fondazione Ospedale Civico Albano Francescano: il Comune assuma impegni economici per gli ospiti della struttura

PROCIDA – In attesa che l’argomento possa essere discusso in una delle prossime sedute di …

Un commento

  1. G.Rosato AU sez. Mare

    Il Consorzio LAMMA, della Regione Toscana, implementa un modello previsionale che è utilizzato largamente lungo tutte le coste italiane. Ebbene la previsione LAMMA per le condizioni del mare fino alle 22 di domani 11 febbraio 2020 prevedono nel golfo condizioni di mare mosso con altezza onda dell’ordine di 0,80 -:- 1,25 cm che di certo non può essere considerato “agitato” ovvero con “possibili mareggiate”. Chi ha ragione? Sarebbe, pertanto, opportuno che gli “esperti” si mettessero d’accordo prima di emanare “allerta” che poi, a cascata determineranno soppressione dei collegamenti marittimi, chiusura di scuole, etc., etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *