Home > politica > Cosa ne pensa l’ASCOM sugli accertamenti catastali alle attività commerciali?

Cosa ne pensa l’ASCOM sugli accertamenti catastali alle attività commerciali?

franco ambrosinoRiceviamo e pubblichiamo dall’avv. Mariano Cascone

Caro Franco Ambrosino, ti faccio i migliori auguri per la recente nomina a Presidente Ascom.
Mi preme sottoporre alla tua attenzione la recente presa di posizione del Comune di Procida sulle lettere di accertamento catastale inviate a decine alle attività commerciali isolane.
Premesso che ritengo giusto il principio che debbano pagare tutti per pagare meno, ma l’iniziativa del Comune avrà delle ripercussioni che vanno al di la dei nobili intendimenti iniziali.
A parte che le modifiche catastali competono all’agenzia preposta, ma forse non si è pensato che le stesse avranno ripercussioni su rendite, tasse, modello ISEE, IRPEF, ecc…. il tutto retroattivamente negli ultimi 5 anni.
Una catastrofe per i cittadini ed i commercianti.
In pratica il Comune per ogni 5€ recuperati ne farà spendere 1.000,00€ ai diretti interessati.
Ricorsi permettendo.
Già c’è la fila dai commercialisti e la cosa ha creato tensione sociale.
Pertanto mi permetto di chiedere una presa di posizione della tua associazione al fine di mitigare la cosa e renderla meno aggressiva e raggiungere il medesimo risultato senza salassi per i commercianti.
Con la stima di sempre ti saluto e ti auguro buon lavoro.

Potrebbe interessarti

Protezione civile, dalle 12 alle 24 di domani in vigore allerta meteo

PROCIDA – La Protezione civile della Regione Campania ha diramato oggi un comunicato di allerta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *