Home > procida > Dal Liceo Scientifico una guida/mappa dell’isola di Procida

Dal Liceo Scientifico una guida/mappa dell’isola di Procida

isola di procida cartina nauticodi Rossella Calió e Paolo Stifano

Lo scorso 2 maggio, in occasione dell’anniversario della libreria Nutrimenti alle 18,30, gli alunni della classe 3B scientifico dell’ istituto F. Caracciolo-G. da Procida, hanno presentato il progetto della Guida Mappa-isola di Procida.

Questo progetto è nato da uno spunto didattico di ricerca sul territorio procidano fornito dal prof di arte Nico Granito, e poi divenuto la base della creazione del progetto.

Il tutto si è basato su studi approfonditi di libri incentrati sulla storia dell’isola, quali “Cenni storici intorno alla città ed isola di Procida” (Parascandola), “Storia di Procida”  (Barba, Di Liello, Rossi), “Procida un’architettura nel Mediterraneo” (Cosenza, Jodice) dal momento che le fonti multimediali e quindi il supporto della rete si sono dimostrato molto carenti e poco aggiornati.

La maggior parte del lavoro è stato svolto mediante l’uso di specifici e professionali software di grafica. Il lavoro informatico è stato però  preceduto da diverse bozze, create su carta e successivamente perfezionate. Si tratta dei disegni, delle varie icone e dello schizzo della cartina.

Per lavorare più efficacemente ci si è divisi in vari gruppi, ognuno dei quali si focalizzava su una precisa mansione.

Successivamente a scuola si condividevano i lavori con l’intero gruppo classe. Da segnalare il contributo di Almini Francesco e il grafico Ada Carpi per la parte grafica; Ilenia Lubrano di Marzaiuolo per le varie bozze grafiche; Annamaria Visaggio per le fotografie; il professore Lubrano Biagio per il contributo alla sezione toponomastica; le professoresse Myszka, Capobianchi e Carannante per le traduzioni e la Dirigente scolastica Longobardo per il supporto dato.

Questa esperienza ha permesso ai ragazzi di confrontarsi con una realtà ben diversa da quella racchiusa nell’ambito scolastico,  poiché si sono trovati di fronte a professionisti che fissavano condizioni e scadenze ben precise, anticipando loro, così quello che è il complesso ed esigente mondo dell’editoria, e più in generale, mondo del lavoro.

Inoltre questa cartina non è stato il solito progetto scolastico, ma si sono impegnati affinché potessero lasciare un’impronta visibile e duratura nella cultura procidana cosi varia e ricca, troppo spesso sottovalutata, non apprezzata e per niente conosciuta dai turisti ma soprattutto da noi isolani.

Per questo motivo i ragazzi della 3Bs sono fieri e certi di aver svolto un lavoro ricco, impegnativo e valido che sperano possa incuriosire e fare appassionare tutti all’affascinante storia e cultura di Procida.

Foto di Donatella Pandolfi

Potrebbe interessarti

La capacità educativa della scuola dove è andata a svernare?

Di Michele Romano PROCIDA – La nostra esistenza si trova incuneata dentro un mondo capovolto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *