Home > DL Demolizioni. Della Seta "A Ischia sindaci difendano legalità"

DL Demolizioni. Della Seta "A Ischia sindaci difendano legalità"

della_seta1235039187.jpgA Ischia come in tutta la Campania dovere dei sindaci è di tutelare la legalità nell’interesse dei cittadini onesti e del benessere delle loro comunità, non di farsi paladini di chi ha violato la legge e pretende impunità. Mi auguro che lo capiscano in particolare gli amministratori del Pd, che su temi come il rispetto delle regole e la lotta all’abusivismo edilizio non  possono mostrare incertezze o ambiguità. E mi auguro che la destra, oggi al Governo nel Paese e nella regione Campania,non continui a proporre leggi e politiche che ci allontanano sempre più dall’Europa”, Il senatore del Pd Roberto Della Seta, capogruppo in Commissione Ambiente, commenta così la bocciatura del decreto legge che sospende le demolizioni di case abusive disposte dalla magistratura a Ischia e in Campania.”Per un territorio come quello ischitano – continua Della Seta – proteggere il paesaggio dalla cementificazione incontrollata e selvaggia, è l’unica via sicura per produrre un vero e duraturo sviluppo. A ciò si aggiunga che gran parte degli abusi commessi sull’isola riguardano aree a rischio idrogeologico e vulcanico, con pericoli per la vita delle persone drammaticamente confermati da episodi anche recenti. Se ci sono famiglie bisognose che abitano in case illegali da demolire si prevedano per loro sistemazioni alternative: ma la legalità è un bene troppo prezioso per sacrificarlo a qualche demagogica promessa elettorale’ conclude il Senatore Roberto Della Seta. (ANSA)

http://www.teleischia.it/index.php?option=com_content&task=view&id=13805&Itemid=1

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *