Home > Ambiente > EDILIZIA: LA FINZIONE SUPERA LA REALTA’…….

EDILIZIA: LA FINZIONE SUPERA LA REALTA’…….

PROCIDA – L’edilizia è sempre stato un tema caldo di qualsiasi campagna elettorale. Anche questa non è da meno e dopo le recenti dichiarazioni di Berlusconi si è riaperta un’accesa discussione. Sulla questione, con un post, è intervenuto anche Luigi Muro che scrive: “Gridano allo scandalo i benpensanti della politica alla proposta di Berlusconi di semplificare le procedure e sanare SOLO gli immobili di necessità. Da cittadini campani guardiamo la realtà al netto delle posizioni politiche di ciascuno di noi:

A) NON PARLIAMO DI NUOVI CONDONI ma affrontiamo il tema dei passati condoni:

perché il condono del 2003 (quindi un CONDONO già esistente) che è applicabile per tutti i cittadini italiani non deve applicarsi in Campania? Quindi subito una legge che elimini tale ingiustizia e disparità di trattamento.

Chi afferma che l’applicazione del condono danneggia l’ambiente dice il falso: basta porsi una semplice domanda: perché un immobile coperto da condono 1963 o 1994 è sanabile senza danneggiare l’ambiente e un immobile posto ad un metro ma interessato da condono del 2003 lo danneggerebbe?

L’abusivismo danneggia l’ambiente, certo ma l’ottusità danneggia molto di più!!!

B) La Regione Campania nel 2013 approvò una legge sull’housing sociale, perché di fatto è inattuata?

C) La Magistratura, che ha il compito di eseguire le sentenze passate in giudicato, dopo molti anni ha cambiato orientamento procedendo non senza difficoltà pratiche ed operative alla demolizione di immobili sanzionati in sede penale.

Non spetta ai Giudici risolvere i problemi di governo ma alla politica, regionale e nazionale

Berlusconi ha avuto il merito di parlare chiaro sollevando un problema esistente nella pratica ma che i benpensanti della politica preferiscono nascondere e nascondersi piuttosto che affrontare.

La regolamentazione urbanistica ha un senso se viene approvata e disegna il futuro di un paese per i successivi 20 anni….in Campania quando e se si approva un piano diventa la fotografia dei passati 20 anni e quando ( e se) diventa esecutivo è stato già superato dai fatti e dalle persone……

Tutto il resto sono chiacchiere!!!!”

Potrebbe interessarti

Procida: Avviso pubblico per il conferimento di un incarico art.110 c.1 D.Lgs 267/2000 per la copertura del posto di istruttore direttivo tecnico per i Servizi Tecnici

PROCIDA – Il Comune di Procida intende procedete alla coperura a tempo determinato di un …

Un commento

  1. l’edilizia locale e generale, dovrebbe essere di competenza di architetti, ingegneri, ecologisti; organizzata secondo criteri di sociale recupero, senza perversi giochi di potere che, la inquinano e/o interessi privatistici di basso livello .
    Il nostro paese è in balia di oscuri disegni politici, asserviti ora all’uno ora all’altro fronte; sconsideratamente crediamo o facciamo finta credere, nella buona fede e volontà dei nostri rappresentanti parlamentari….asserviti a loro volta a poteri economicamente rilevanti del nostro territorio . Quanto può essere dilatato il nostro potere di sopportazione !
    Quanto può valere il nostro voto se inquinabile, pilotato, posto a livello d’ogni idiota di turno ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *