Home > Turismo > Giaquinto: Sette proposte per dare una prima fisionomia al territorio dell’isola di Graziella

Giaquinto: Sette proposte per dare una prima fisionomia al territorio dell’isola di Graziella

giuseppe giaquintoIl neo delegato al turismo, Giuseppe Giaquinto, ha formulato le seguenti proposte:

1.      IL CALENDARIO DEGLI EVENTI APRILE – DICEMBRE 2014

E’ intenzione organizzare e coordinare un programma annuale delle iniziative turistiche e culturali sull’isola con un calendario degli appuntamenti ed eventi che possa essere di riferimento per gli operatori turistici, per chi ci osserva attraverso la rete e per la stessa cittadinanza, oltre che consentirci di organizzare un sistema funzionale di servizi di accoglienza e di promozione territoriale. Un calendario da presentare entro la fine del mese di marzo ragionando nel frattempo con il territorio sulla possibilità di creare quanti più eventi caratterizzanti ed emozionali ed in linea con la scelta turistico-culturale ed autentica della nostra isola.

2.      LA ISTITUZIONE N. 2 INFOPOINT E  LA CREAZIONE DI UN SITO WEB “PROCIDA TURISMO”

Vogliamo attivare entro fine marzo due punti di accoglienza e di informazioni per i visitatori e gli stessi concittadini. Uno ubicato presso la stazione marittima ed un altro presso la ex chiesa di S. Giacomo.

I due info-point svolgeranno attività d’informazione e di servizio per i turisti ed i visitatori della nostra isola riguardo ai siti da visitare con distribuzione di materiale dedicato, agli itinerari turistici,  ad eventi, spettacoli, iniziative promozionali nonché all’ospitalità ricettiva. Inoltre, si occuperà della vendita della Procida Card e dei biglietti per le principali manifestazioni in programma nell’intera regione.

Accanto a ciò il sistema turistico procidano avrà un proprio sito web  per rendere di pubblico dominio informazioni su risorse e siti che non sempre sono conosciute o presentate pubblicamente, di cui non si conoscono elementi informativi importanti come i mezzi per accedervi, gli orari di fruibilità, chi contattare per una visita, come raggiungere la risorsa turistica, ecc. Sulla piattaforma web saranno presenti tutte le varie attività ricettive, della ristorazione, commerciali, dello sport e del tempo libero. La storia, le tradizioni, le manifestazioni, il folklore, le usanze, la cucina, la tradizione marinara, l’artigianato e la produzione locale, le creatività tipiche della nostra isola.

3.      CREAZIONE KIT DEL TURISTA E CARTA DEI SERVIZI CON NUMERO DEDICATO

Si pensa di realizzare una dotazione-base, valida sempre e in ogni circostanza, in quanto sufficiente a soddisfare i bisogni informativi del turista-tipo, che giunge a Procida in qualsiasi momento dell’anno, comprensivo di guide, cartine, della Procida Card, della nuova carta dei servizi che consentirà di vigilare sulla qualità dell’offerta turistica e dei servizi turistici del nostro territorio con un numero di telefono dedicato a cui far pervenire segnalazioni. Il tutto sarà completato da un book che riporterà in copertina il marchio dell’isola su cui il visitatore potrà annotare le proprie impressioni sulla sua visita a Procida. Il set sarà accompagnato da una lettera di benvenuto, da parte dell’Amministrazione Comunale, (tradotta in quattro lingue) in cui si forniscono anche tutti gli indirizzi per contattare il Comune, per informazioni e reclami, e per iscriversi alla mailing list, in modo da ricevere in futuro le notizie su tutti i nuovi eventi dell’ isola. In futuro il kit di base potrà essere poi personalizzato o integrato con l’aggiunta di ulteriore materiale, così come di gadget ed assaggi di prodotti tipici locali, in base alle esigenze e le circostanze specifiche o in occasione di particolari campagne promozionali. Gli stessi operatori turistici dell’isola potranno manifestare interesse alla realizzazione di un contenitore di questo tipo, che possa essere adottato anche da loro, con l’ aggiunta dei rispettivi marchi imprenditoriali.

4.      ISTITUZIONE DELLA PROCIDA CARD E PARTECIPAZIONE AL SISTEMA GRAND TOUR DELLE ISOLE DELLA REGIONE CAMPANIA.

La realizzazione della Procida Card in tre differenti versioni si prefigge di fidelizzare l’ospite del territorio inserendolo in un percorso incentrato sulla visita dei luoghi di attrazione ( dall’Abbazia di S. Michele al Museo casa di Graziella, dai Musei dei Misteri al Museo del Mare, dalla Congrega dei Turchini alla Marina Corricella, dalla Chiesa di S. Margherita Nuova alla stessa riserva naturale di Vivara, etc..) fino a prevedere sconti nei ristoranti, nei negozi, nei luoghi del divertimento, nelle pratiche sportive, sulle varie tipologie di trasporto. Un itinerario che risulterà vantaggioso per il visitatore sia in termini di denaro risparmiato, sia in termini di totale e guidato coinvolgimento nella scoperta dell’isola. Il tutto in funzione della nostra adesione al progetto GRAND TOUR delle Isole con cui la Regione si appresta a varare la più grande operazione degli ultimi anni di promozione dei nostri patrimoni materiali ed immateriali nonchè delle eccellenze gastronomiche e delle manifestazioni tradizionali dei vari territori della regione.

5.      PROGETTO ANGELI DEL TERRITORIO

In partenariato con la Dirigenza dell’Istituto Superiore dell’Isola, in collaborazione con l’Azienda Turismo e del Ministero dell’ Istruzione, si punta alla creazione di un percorso formativo per i giovani del terzo e quarto anno degli istituti superiori per dotarli delle necessarie informazioni su cultura e storia locale nonchè delle indispensabili attitudini e disponibilità per svolgere, nel normale scorrere della loro vita quotidiana fatta di tutte le consuete attività, un’azione di orientamento e di prima informazione verso il turista e l’ospite dell’isola oltre ad una discreta attività di vigilanza volta a sensibilizzare e migliorare i comportamenti individuali e collettivi di tutti  per stimolare ed innalzare il senso civico di ciascuno.

6.      CREAZIONE DI UN MARCHIO PROCIDA PER LA  VALORIZZAZIONE DELL’ARTIGIANATO DI QUALITÀ

Promuovere e valorizzare l’artigianato locale di qualità tra cui la sartoria  e il ricamo, i bijou tradizionali, l’ebanisteria, il modellismo sopratutto navale, l’arredo marinaro,  le statuette vestite alla procidana, la cartapesta ed il gesso, la riproduzione di scenari architettonici procidani in varie scale, la pittura, la fotografia, i libri, etc. Il tutto con la direzione artistica affidata alla costumista  Elisabetta Montaldo con allestimento di un punto vendita e la necessità di creare corsi formativi per i giovani con l’ausilio dei maestri più anziani ed esperti. Il tutto con un marchio registrato che garantisca qualità e rispetto della tradizione.

7.      CREAZIONE SISTEMA INTEGRATO DI GUIDE TURISTICHE, AUDIOGUIDE, SUPPORTI VISIVI, SISTEMI DI APPLICAZIONE DIGITALE.

Tra le numerose iniziative previste rientra la creazione di un sistema integrato di guide turistiche, audio-guide, supporti visivi e di strumenti digitali che fanno partecipe il visitatore delle bellezze e delle peculiarità del territorio. Basterà altresì uno smartphone o cellulare abilitato e tramite l’apposito applicativo scaricabile da internet, sarà possibile ascoltare la descrizione del luogo di visita o il racconto della tradizione locale, visualizzando il testo, oltre che vedendo le immagini relative. Il sistema permetterà, senza abbassare lo sguardo su una guida o una mappa, di guardare tra le meraviglie dell’ isola e la sua storia e di  segnalare anche dove assaporare un menù tipico, acquistare del pesce fresco o qualche prodotto artigianale.

Potrebbe interessarti

Il governo Conte si è accorto che in Italia esiste un comparto marittimo?

di Nicola Silenti da Destra.it PROCIDA – L’armatore Vincenzo Onorato ha lanciato una petizione in difesa …

5 commenti

  1. Bellissimo. Ma i soldi????? Il comune ha le pezze al culo. Chi paga? Ci dobbiamo aspettare una nuova tassa di scopo a carico dei cittadini?

  2. mi illumino d'immenso

    Premesso che queste sono solo proposte e che difficilmente saranno messe in atto data “l’ignoranza turistica” del paese.
    Quello che è importante dire è che questo tipo di iniziative dovranno essere supportate dagli operatori sia nella partecipazione attiva nel metterle in pratica sia economicamente investendo nelle proprie attività e dando un contributo alla causa.
    Questo perché alla fine sono principalmente loro ad avere dei vantaggi economici tangibili.
    Allora caro Giaquinto, prima di fare il passo più grande della gamba incomincia con i fondamentali…pulizia, educazione, preparazione propria e del personale ecc ecc.
    A tal proposito domandati che fine ha fatto la sagra del vino che attirava tanti turisti a Novembre e dico Novembre. E’ “morta” e nulla hanno fatto i nostri operatori per incentivarla….se venivano 1000 persone dove andavano a dormire e mangiare a casa tua o negli alberghi e ristoranti? Quindi sono loro che devono mettere mano al portafoglio. E poi immagina che i tuoi progetti vadano in porto e vengano turisti stranieri chi li accoglierà……..noio volevam sapere per andare dove dobbiamo andare per dove dobbiamo andare…venite acca madame un giro dell’isola 50 € e vi spieco tutto ieie topo antate a manggiare allo risttorante sopra all rena di un mio parento………

  3. Giaquinto, TI SEI DIMENTICATO L’OTTAVO PUNTO.

    8. CHIU’ PILO PE TUTTI!
    *******ATTENZIONE QUESTO COMMENTO PROVIENE DAI PC DEL COMUNE DI PROCIDA******

  4. Giancarlo Di Marco

    1. IL CALENDARIO DEGLI EVENTI APRILE – DICEMBRE 2014
    Ma se finora il comune riesce a decidere le cose al massimo 10 giorni prima e poi fa finta di attirare turisti ( vedi l’ isola del postino soldi sprecati e segnaletica con errori di traduzione….!!!)

    2. LA ISTITUZIONE N. 2 INFOPOINT E LA CREAZIONE DI UN SITO WEB “PROCIDA TURISMO”
    Infopoint e chi paga se non c’e un soldo, vedi anche i bike point delle biciclette elettriche, che si potevano pure affitare ai turisti e che sono arrivate gratis…niente e non si sa neanche che fine hanno fatto. Alla chiesa san Giacomo ci e stata gente che per un anno era li apriva e dove i turisti passavano per chiedere informazioni, visto che “la gente” era napolitana non ci sono piu……

    3. CREAZIONE KIT DEL TURISTA E CARTA DEI SERVIZI CON NUMERO DEDICATO
    Ma se non riescono neanche a fare un sito dove si capisce quando e quali navi , tragetti e aliscafi partono, figuriamoci un numero dedicato ( dedicato a chi prende i soldi e non fa niente!!)

    4. ISTITUZIONE DELLA PROCIDA CARD E PARTECIPAZIONE AL SISTEMA GRAND TOUR DELLE ISOLE DELLA REGIONE CAMPANIA.
    Il famoso percorsa da taxi estiste gia fatto dalle companie ischitane per non far spendere un euro ai loro turisti che se li tengono belli stretti…..Perche non parliamo di come si fa questo giro ?? in taxi oppure a piedi e quindi scopriamo che ci sono delle problematiche che vanno oltre al sito & numero di telefono e una cartina!!!!!

    5. PROGETTO ANGELI DEL TERRITORIO
    E visto che non ci sono soldi mo gli chiamiamo angeli !!!! Gli studenti che per pocchi euro fanno il lavoro di quelli che non possono essere pagati!!!!

    6. CREAZIONE DI UN MARCHIO PROCIDA PER LA VALORIZZAZIONE DELL’ARTIGIANATO DI QUALITÀ.
    Un altra costa che e pura finzione, artigianato procidano muero e il comune lo tassa a morte,
    altro che marchio hanno bisogno di turisti e compratori non di sapientoni che ci quadagnano alla loro faccia facendo un po di grafica e pure no sito web ……( tanto paga la regione…)

    7. CREAZIONE SISTEMA INTEGRATO DI GUIDE TURISTICHE, AUDIOGUIDE, SUPPORTI VISIVI, SISTEMI DI APPLICAZIONE DIGITALE.

    SIsi perche i turisti vengono aprocida per andare in giro con l’Ipad e il computer e invece di sentirsi
    i gabbiani sentono le stro…..te che racconta l’ audio guide costato migliaia di euro che non usera nessuno!!!!! ma che libro avete letto, ma l’ avete guardata procida…. che centrano audioguide e supporti visivi, ma aprite gl’ occhi che siete ciechi!!!!!!

    A e dimenticavo: il sito web, il marchio,l’audio guide, e i supporti visivi gli facciamo fare agli ischitani, perche la gioventu procidana non e brava oppure gia scapata………e per i progetti piu grossi prendiamo una ditta di milano!!!!!!

  5. Prima di far arrivare i turisti pensiamo all educazione dei taxisti. Il primo vero biglietto da visita. A fare una fila ordinata ed a parcheggiare i taxi anche a chiaiolella e terra murata che al porto è un gran casino. Ai giovani angeli del territorio insegniamo ad essere più educati a camminare a piedi invece di correre con gli scooter. Poi i membri del comitato potrebbero dare l esempio cominciando loro a fare gli angeli ed a camminare apiedi o in bici. A me i membri del comitato smbrano tutti giovani che aspettano un lavoro o un po di coriandoli per i loro eventi. Coinvolgiamo invece imprenditori veri come sail italia.blue dream. Cariati. Caracale. Gm bar capriccio cavaliere. Infine pensiamo a chi deve pulire le spiagge che è già tardi. E poi discutiamo tutti i giorni per aprire vivara. Per anni abbiamo avuto Cascone che ha fatto perdere solo tempo facendo politica con Muro nel Fli. Ora c è una nuova presidente che è anche una grande imprenditrice. Parliamo con lei. I depliant e cartelline dei turisti non servono. È soluzione spreco di carta e soldi. C è internet. Il sito web già c è a costo zero. Quello di vanna Palladino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *