Home > Ischia > Ischia: Aule dell’Istituto “Giovanni Scotti” senza climatizzazione

Ischia: Aule dell’Istituto “Giovanni Scotti” senza climatizzazione

scuola ischiadi Gennaro Savio

Anno nuovo con problemi vecchi presso l’istituto scolastico “Giovanni Scotti” di Ischia. Infatti l’Amministrazione comunale guidata da Giosi Ferrandino non ha approfittato neppure del periodo di chiusura per le festività natalizie per procedere alla riparazione dell’impianto di climatizzazione presente all’interno della scuola di via Michele Mazzella. E così da due giorni a questa parte, allo stesso modo di  com’era accaduto nelle ultime settimane dell’anno appena trascorso, in moltissime aule dove i climatizzatori non funzionano, il freddo lo fa da padrone e gli studenti  che per cinque ore “battono  i denti”, sono costretti ad indossare i giubbini per l’intera mattinata: che vergogna! Si tratta di una situazione a dir poco rincresciosa e indegna di un paese civile e che si sta verificando in un periodo in cui il freddo per la nostra Isola è davvero eccezionale e l’influenza stagionale si sta diffondendo in maniera repentina. I problemi del mancato funzionamento dei climatizzatori sarebbero due. Il primo relativo all’impianto di energia geotermica che alimenta l’intero sistema e il secondo attinente ai climatizzatori affissi alle pareti che andrebbero puliti e in alcuni casi riparati. Ma indipendentemente dalle problematiche che ci sono alla base del  mancato funzionamento dell’impianto di riscaldamento, il dato di fatto è che i ragazzi della scuola media di Ischia e i loro insegnanti sono costretti a studiare al freddo a causa dell’insensibilità politica e istituzionale dell’Amministrazione comunale che non si è adoperata in tempo affinché con il calare delle temperature tutte le aule risultassero calde e climaticamente accoglienti. Un’Amministrazione, quella ischitana, che mentre da un lato si prende la briga di spendere parecchi soldi pubblici per illuminare a festa il territorio comunale in occasione delle festività natalizie, dall’altro lato trascura gli istituti scolastici tenendo anche al freddo i nostri ragazzi quando, probabilmente, basterebbero solo pochi “spiccioli” e un po’ di impegno e buona volontà per mettere a regime tutti i climatizzatori della “Scotti”. E pensare che proprio alla fine dello scorso mese di dicembre il Sindaco Giosi Ferrandino, assieme ad altri componenti della Giunta, si era recato presso la scuola media ischitana per augurare a tutti buon anno e distribuire agli studenti un messaggio scritto in cui tra l’altro si legge: “E’ importante però che ciascuno impari fin da piccolo, con responsabilità e senso del dovere, a fare la sua parte, perché solo col contributo di tutti si realizzano gli obiettivi di una famiglia, di un paese, di un comune, di una collettività intera”. A questo punto, Sindaco Ferrandino, così come direbbe un famoso giornalista di origini procidane, la domanda sorge spontanea: quant’è che voi amministratori con responsabilità e senso del dovere comincerete, finalmente, a fare la vostra parte e a garantire un governo cittadino teso alla difesa degli interessi di tutta la collettività a partire da quelli dei giovani che frequentano le scuole comunali? Amministratori ischitani, ritenete sia finalmente giunto il momento di garantire il riscaldamento nelle aule della scuola media “Giovanni Scotti” o no?

Potrebbe interessarti

Nuovo dispositivo veicolare per accedere alla scuola di Via F. Gioia

PROCIDA – La Polizia Municipale informa che da lunedì 10 Settembre, con l’inizio del nuovo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *