Home > politica > Quanti candidati sindaco ci saranno a Procida alle prossime elezioni comunali?

Quanti candidati sindaco ci saranno a Procida alle prossime elezioni comunali?

elezioni prossimePer la politica procidana il 2015 sarà l’anno del rinnovo degli organi che governano il territorio con le elezioni comunali previste, genericamente, in primavera in quanto una data precisa, al momento, ancora non c’è. A questo punto, però, sarà aprile o maggio poco importa, resta il fatto che i prossimi giorni di gennaio saranno certamente decisivi per definire il quadro completo delle forze in campo e gli schieramenti che, anche questa volta, non vedranno impegnati i partiti direttamente con i propri simboli ma tutto si mischierà in liste civiche, si affronteranno durante la campagna elettorale.

Se è vero, quindi, che con le primarie, tenutesi lo scorso 20 e 21 dicembre e che hanno visto una partecipazione di oltre 1.300 cittadini, “La Procida che Vorrei” ha sancito che tra Eugenio Michelino, Giovanni Scotto di Carlo e Dino Ambrosino, sarà proprio quest’ultimo, vittorioso con uno scarto di voti ragguardevole, il candidato alla poltrona di primo Cittadino, non è altrettanto sicuro che alcuni “mal di pancia” emersi pubblicamente lungo il percorso di avvicinamento alle primarie, vedi le critiche espresse in più sedi e più occasioni dai “centristi” tra i quali Antonio Intartaglia, uno dei fondatori storici dell’attuale centro sinistra e “pezzo da novanta” per quanto riguarda il peso elettorale, siano del tutto rientrati così come non sembra affatto scontato che una parte corposa degli attuali consiglieri comunali, appartenenti al gruppo di “Insieme per Procida”, si integri nel nuovo  raggruppamento.

Se questi sono i punti più significativi sui quali Dino Ambrosino è chiamato a mettere ordine in queste ore, sulla sponda opposta, diciamo convenzionalmente (tanto per capirci) del centro destra, citando un aforisma di Ennio Flaiano, potremmo dire che ci sono “poche idee ma ben confuse” con un’unica evidente certezza: quella che ha costituito la classe dirigente e guidato il territorio nell’ultimo ventennio, ha perso il suo punto di equilibrio sfaldandosi in mille rivoli. In altri tempi, infatti, all’annuncio della “discesa in campo” di Luigi Muro, avremmo assistito a ben altro spettacolo di quello che, viceversa, si è sin qui consumato con l’attuale sindaco, Vincenzo Capezzuto, che si “parzialmente” sganciato con la sua “Casa del fare” e, soprattutto, con il Vice Sindaco Elio De Candia il quale (probabilmente facendo di necessità virtù) ha dato vita ad una sua associazione “Adesso Procida”, che sull’isola costituirà il comitato elettorale per l’On. Andrea Cozzolino, personaggio di spicco del Partito Democratico Campano ed in lizza alle primarie per la scelta del candidato Governato alle regionali, De Candia che, poi, come dichiarato dallo stesso Cozzolino nei giorni scorsi durante una visita procidana, dovrebbe essere della competizione regionale in una lista a suo supporto (ben inteso qualora fosse vincitore delle primarie stesse).

Su queste basi, non bisogna essere dei “bocconiani” per comprendere che i protagonisti di quello che resta di “Procida Prima” stanno camminando su di una strada irta infida e sdrucciolevole in cui la stanchezza politica e il logoramento dei primitivi rapporti personali potrebbe determinare non poche sorprese.

Discorso a parte per i 5 Stelle per i quali, come ci dice Francesco Lubrano Lavadera, uno dei fondatori del Movimento sull’isola di Graziella, anche se non mancano le difficoltà, rimane ancora in piedi l’ipotesi di costituire una propria lista, l’unica, a questo punto, che riporterebbe un simbolo riconosciuto a livello nazionale.

Potrebbe interessarti

CALENDARIO EVENTI UILDM TELETHON 2015 PROCIDA

Eventi promossi dall’Associazione UILDM MERCOLEDI’ 16 SETTEMBRE ORE 20:30 “UNA CENA PER TELETHON” RISTORANTE AD …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *