Home > Ischia > ISCHIA, CITTADINI RESTANO CHIUSI ALL’INTERNO DELLA PINETA MIRTINA

ISCHIA, CITTADINI RESTANO CHIUSI ALL’INTERNO DELLA PINETA MIRTINA

pineta ischiadi Gennaro Savio

Le centralissime pinete di Ischia che con l’attuale amministrazione comunale guidata da Giosi Ferrandino sono diventate ormai sinonimo di degrado e di pericolo per i visitatori che quotidianamente a migliaia le frequentano e all’interno delle quali negli ultimi anni sono state rinvenute persino siringhe utilizzate da tossicodipendenti e non rimosse per mesi nonostante le nostre denunce giornalistiche, ultimamente sono rimbalzate agli onori della cronaca locale per un altro motivo. Infatti è capitato più di una volta che all’imbrunire donne, uomini e bambini residenti e turisti,  si trovassero rinchiusi dentro i parchi pubblici la cui chiusura è fissata per le ore 19.30. Dobbiamo subito dire che i cartelli si trovano solo vicino ai cancelli e non sulle colonne portanti degli stessi e neppure all’interno del parco. E quando i cancelli sono aperti risultano meno visibili di quando questi sono chiusi.  Stasera, nel mentre camminavo lungo via Sogliuzzo, ho notato stupito all’interno della pineta Mirtina la presenza di una mamma con i suoi tre figli che non potevano uscire in quanto i cancelli erano stati ormai chiusi. E nel mentre ci si chiedeva come fare affinché qualcuno venisse ad aprire il lucchetto, sono stati tanti i cittadini che si sono fermati per tenere compagnia all’ennesima famigliola rimasta chiusa nel parco pubblico. Dopo aver fatto un giro di telefonate, dobbiamo riconoscere che con una certa celerità si è portata sul posto una volante dei Vigili Urbani con a bordo due vigilesse che hanno provveduto ad aprire subito il lucchetto. Tutto è bene ciò che finisce bene ma visto che negli ultimi tempi sono stati vari gli episodi simili che si sono verificati, quello che ci chiediamo è questo: è vero che all’ingresso delle pinete un cartello indica nelle 19.30 l’orario di chiusura, ma considerato che più di un cittadino e di qualche famiglia sono rimasti “prigionieri” al loro interno pensando che chiudessero col calar della sera, non è meglio chiuderle più tardi visto che fa ancora notte ben oltre l’ora stabilità? Intanto per evitare il ripetersi di questi spiacevoli episodi, basterebbe fare quattro cose semplicissime: 1) esporre anche all’interno delle pinete alcuni cartelli che indichino l’orario di apertura e di chiusura; 2) anziché sui cancelli d’ingresso, bisogna affiggere il cartello sulle colonne laterali in modo tale che sia ben visibile anche quando i cancelli sono aperti; 3) chi è addetto alla chiusura è bene che faccia il giro dall’interno, in bici o in motorino, in modo tale da poter avvertire dell’imminente chiusura chi eventualmente si attarda ad uscire; 4) affiggere sul lato interno dei cancelli un cartello con indicato il numero di telefono a cui rivolgersi nel momento in cui ci si dovesse trovare rinchiusi all’interno della pineta. In questo modo non solo si limiterebbero di gran lunga i casi registratisi nelle ultime settimane ma chi eventualmente dovesse ritrovarsi chiuso in pineta sarebbe rassicurato dal fatto di sapere a chi rivolgersi. Tutto qui. Amministratori comunali di Ischia, è vero che soprattutto in questo periodo siete impegnati e preoccupati per tutt’altre faccende, ma qual cosina che possa giovare alla collettività potreste cominciare a farla?

 

Potrebbe interessarti

Divieti di circolazione e mobilità, monta la polemica

PROCIDA – Era inevitabile che le nuove disposizioni emanate dal Sindaco circa il divieto di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *