Home > Ischia > Ischia, la musica “accende” la Festa di Sant’Anna: tre serate di concerti al piazzale delle Alghe

Ischia, la musica “accende” la Festa di Sant’Anna: tre serate di concerti al piazzale delle Alghe

ISCHIA – Musica e cibo aspettando la Festa a mare agli scogli di Sant’Anna. Ischia omaggia la tradizione della tavola, con il pasto tipico della festa, e regala tre serate di concerti gratuiti, al piazzale delle Alghe, nel segno della canzone napoletana, attraverso le sue mille rivisitazioni, filo conduttore che ispirerà anche le cinque barche allegoriche che sfileranno il 26 luglio, come tradizione, nella baia di Cartaromana.
«Abbiamo voluto proporre a isolani e turisti un viaggio musicale attraverso le suggestioni di Napoli, scegliendo interpreti che coniugano, ciascuno a suo modo, tradizione e innovazione, avvicinandoci al cuore della Festa», spiega il direttore artistico Cenzino Di Meglio.
Così, domenica 22, lunedì 23 e martedì 24 luglio la formula prevede un appuntamento enogastronomico con il pasto della tradizione, preparato – dalle 20.30 – dai giovani della parrocchia di Santa Maria Assunta, e a seguire musica. Domenica 22, dopo il sorteggio per l’ordine di sfilata delle barche allegoriche, saranno le composizioni musicali eleganti del cantautore napoletano Alan Wurzburger, arrangiate dal maestro Lino Cannavacciuolo, in “Mi fermo a guardare la luna”, ad accompagnare il pubblico di Ischia Ponte (ore 21). Una performance, la sua, che sarà impreziosita dalla partecipazione di Valerio Sgarra. Alle 22, invece, l’energia di Fiorenza Calogero si traduce nel “Neapolis Mediterranea Ensemble”.
La Calogero reinterpreta un vasto repertorio della Canzone napoletana accompagnata da Marcello Vitale alla chitarra battente, Carmine Terracciano alla chitarra napoletana, Sasà Piedepalumbo alla fisarmonica, Emidio Ausiello alle percussioni. Attraverso i brani più rappresentativi di questa immensa eredità, l’ensemble conduce lo spettatore nello straordinario universo che è Napoli, con i suoi tesori e il suo degrado, svelandone la sua poetica e talvolta cruda realtà.

Lunedì 23 luglio Lalla Esposito e Romolo Bianco propongono invece, dalle 21, e sempre al piazzale delle Alghe di Ischia Ponte, “Cantata per due voci sole” , un viaggio poetico musicale nel teatro e nella canzone napoletana d’autore che coinvolge due voci veraci, autentiche, due artisti fuori dagli schemi che interpretano una napoletanità lontana dagli stereotipi, dai luoghi comuni. Uno spettacolo che chiede alla poesia la sua chiave di lettura migliore.
Serata musicalmente intensa anche quella di martedì 24 luglio: alle 21 appuntamento con Raffaele Giglio e Dolores Melodia in “Ladri di canzoni”. I due artisti che reincarnano le tradizioni partenopee in una chiave di lettura originale e moderna, con un occhio al passato ed uno al futuro. Dalle 22.30, invece, il Sud America e il mezzogiorno, il Fado portoghese e la Spagna si fondono nel viaggio di Fede ‘n’ Marlen con il loro “Mandorle”, un percorso di sincretismi e immagini, come quadri, alcuni naif altri a tinte calde. Si mescolano il Sud America e il mezzogiorno d’Italia, il Fado portoghese e la Spagna più torrida. Ogni canzone, spiegano le due artiste, è un piccolo universo che contiene all’interno una storia importante, ognuna di esse sa farti immaginare i volti e gli odori dei protagonisti. Il 25 la musica cede il passo alla fede per uno degli appuntamenti più attesi, la processione delle partorienti verso la chiesetta di Sant’Anna, nell’immediata vigilia della lunga notte della Festa a mare agli Scogli di Sant’Anna. (foto Lucia De Luise)

Potrebbe interessarti

Procida-Ischia 0-0. Il derby delle isole termina a reti bianche

PROCIDA – Allo Spinetti entrano in scena Procida e Ischia per il derby delle isole. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *