Home > racconti > LA BARCA

LA BARCA

di Annarosaria Meglio

Lentamente  la barca si avvia solcando il mare. …Remando remando  si allontana dalla baia della Corricella verso la Chiaia: spiaggia di rocce profonde e nidi di  gabbiani….Remando remando col viso bruciato dal sole il pescatore scruta in alto la roccia e  ferma lo sguardo  sui fiori gialli delle ginestre…Remando remando occhi profondi come il mare  cuore nella bellezza il pescatore ritorna alla sua  baia.

Potrebbe interessarti

Cambio della guardia al Circondario Marittimo di Procida

PROCIDA – Domani venerdì 14 giugno alle ore 10.30 presso la Chiesa di Santa Margherita …

Un commento

  1. Alla nostra poetessa Anna Rosaria e, a tutti gli amanti del mare dedico questa mia :
    TOFA DI MARE…di rotellapiera@tim.it

    DA UNA STRETTOIA ACCANTO ALLA PIAZZOLA RISUONA ..A VOLTE, A TRATTI..
    L’ECO D’UNA TOFA DI MARE…DI TONO CUPO…PROLUNGATO..
    INCANALATO TRA I VICOLI CHE, INTIMIDISCE…ED E’ PREVALENTE DI NOTTE…

    ESSO TRONEGGIA, COPRENDO OGN’ALTRO ECO, EPPURE…LA MIA MODESTA RESIDENZA
    NON E’ AFFACCIATA AL MARE ! E’ TOFA D’ ANTICHE RISACCHE E ODORI DIMENTICATI..
    SAPORI D’ALTRI TEMPI..D’UN PESCATO A FATICA…E D’ EMIGRANTI OPPURE,
    DI MONELLI FESTANTI…PRONI A DISTINGUERE I DONI..D’UN MARE A VOLTE NEMICO…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *