Home > racconti

racconti

Lo stupore del viaggio

Di Michele Romano Foto di Michele Amalfitano PROCIDA – Abbiamo dovuto attendere lo status di “uomo antico” per superare l’atavica paura di salire le scalette di un aereo, insieme ad un gruppo stupendo ed indimenticabile di ischitani e procidani, con la guida pregnante di Monsignor Michele Del Prete, la splendida organizzazione di Antonio Loffredo e lo sguardo creativo del video …

Leggi tutto

O Maria

Di Annarosaria Meglio O Maria, SEI L’IMMENSO  Splendore pieno di luce é il tuo viso, i tuoi occhi dolci, puri da farci incantare. O Vergine Santissima sei la nostra mamma e tutte le Lodi  voglio cantare per te.  Tu ti prendi cura di tutte le creature della terra, sei una mamma ammirevole nessun tuo figlio può fare a meno di …

Leggi tutto

Tornano gli zampognari

Di Annarosaria Meglio PROCIDA – Nell’approssimarsi delle feste natalizie  ancora oggi gli zampognari si mettono in viaggio  dall’avellinese per giungere nella nostra isola. Arrivano verso il 28 novembre  e vanno in giro delle case per chiedere  alle famiglie se vogliono fare la novena dell’Immacolata infatti accompagna i nostri uomini sul mare, guida le mamme, i bambini, i giovani, aiuta i …

Leggi tutto

Procida l’invisibile punto

PROCIDA – L’isola di Procida è tra le partecipanti al concorso “Borgo dei Borghi”, il  programma di Rai 3 in onda il sabato alle 21.40, che propone un viaggio straordinario nel Paese dei piccoli centri, da nord a sud passando per il cuore d’Italia e le sue isole, che Camila Raznovich compie assieme allo storico dell’arte Philippe Daverio.  Ricordiamo che è …

Leggi tutto

La felicità

Di Annarosaria Meglio storia vera Cara Amica,  qualcuno dice che la felicità non esiste, ma io con fermezza dico: Esiste! La vita è come una cambiale in bianco, o paghi prima o paghi dopo, se non è cosi non puoi assaporare la felicità. Tu, cara amica, con grande coraggio e grinta hai affrontato la vita buttandoti nel dono più bello …

Leggi tutto

“I vivi ed i morti”

Di Argo PROCIDA – Sono relegato da parecchi anni in un buio anfratto murario a riposare in eterno nella speranza di essere premiato al più presto. Ma la mia speranza è stata interrotta dall’opera dei viventi che, lungi dal rispettare la mia vita e quella degli altri occupanti il detto anfratto, usano quest’ultimo per le loro terrene beghe. Alcuni dei …

Leggi tutto

Dipendenti per le feste natalizie

Di Annarosaria Meglio Nelle case le alici salate non dovevano mancare perché, come voleva la tradizione, ci volevano le alici per preparare una buona e gustosa pizza di scarola nella vigilia. Il giorno di Natale, invece, si  gustavano con un filo d’olio accompagnate  dal buon  pane fresco cotto nel forno a legna. Erano e sono squisite. Altro che caviale! Poiché …

Leggi tutto

L’ORARIO DI BORDO

Di Annarosaria Meglio PROCIDA – Sono figlia di un vecchio capitano di navi, un uomo austero, di grande precisione sul lavoro e rispettoso di tutto l’equipaggio, dal primo all’ultimo. Molto legato alla famiglia, era con noi figli affettuoso e dolce e quando tornava a casa per un periodo di riposo era una grande festa; ci portava tanti regalini dai paesi …

Leggi tutto

IN QUANTO TALE, NOI

Di Porfilio Lubrano  Lavadera           Fra tanti sensi che sembrano rincorrersi per appropriarsi di compimento, per identificarsi di meritorio sviluppo senza dunque snaturarsi di adeguata finalità, investendosi di spiccata giustizia per cercare di garantire pari opportunità senza limite alcuno, anche  e soprattutto chi è ad esempio più piccolo geograficamente, non debba essere isolato per essere isola – pervero – a maggior …

Leggi tutto

La moglie del marinaio

Di Annarosaria Meglio Siamo alla fine degli anni settanta. Io ero una fresca sposina di un marinaio, imbarcato su una nave di ricerche del C. N. R. ,dove lavoravano anche persone di Procida e di altre città. Ricordo un secondo di coperta di Genova  e altre persone dell’equipaggio. Una mattina arrivò a casa il postino per consegnarmi il telegramma di …

Leggi tutto

UN GIORNO IN CATTEDRA

Di Annarosaria Meglio PROCIDA – Era un giorno di novembre quando mi sono recata alla scuola elementare del Circolo didattico “V. Scialoja” di Procida per l’invito da parte della maestra Caterina Martino. I bambini delle classi IV e V sezione A volevano intervistarmi sui miei scritti, poesie e racconti. Appena sono entrata in classe ho ricevuto un caloroso battimani e …

Leggi tutto

Ehi! Ehi Ragazzo

Dedico a voi ragazzi, questa mia poesia affinché abbiate fiducia in voi stessi e del mondo che vi circonda.  Ehi! Ehi Ragazzo Vedi ragazzo la strada non cambia mai se tu lo sguardo da terra non alzerai. Ehi! Ehi Ragazzo mio alza gli occhi al cielo che ti fa sognare e il cuore riscaldare. Sù sù ragazzo mio: guardati intorno. …

Leggi tutto

Le Stagioni dell’amore e del cuore

di Anna Rosaria Meglio Nella vita quante sono le stagioni dell’amore e del cuore? E’ una domanda che mi rivolgo spesso. Certo, nei primi anni della vita, quando sei un bambino piccolo che gioca felice nel giardino di casa sotto lo sguardo amorevole di mamma, corri spensierato molto allegro come i raggi del sole che illuminano il tuo viso rincorrendo …

Leggi tutto

STORIE RIPRESE

Di Porfilio Lubrano Soprattutto in piccoli centri, laddove i rapporti interpersonali sono comunque condizionanti, laddove insomma ci si conosce un po’ tutti sicchè la visibilità in tal senso è – per cosi dire – in re ipsa, non può sottacersi il vantaggio di base in ordine alle scelte che attengono al perseguimento dell’interesse pubblico a tutelarsi e garantirsi, ovvero in …

Leggi tutto

Metti una mattina “Seduto al Caffè”

di Giacomo Retaggio PROCIDA – Metti una calda giornata di agosto a Procida. Seduto ad un tavolo del bar Roma un’amica comune ti presenta un uomo alto e dal sorriso simpatico. “Piacere, Retaggio!” “Piacere mio, Massimo Scialoja!” Si, è proprio uno Scialoja! L’hai dedotto dall’altezza: sono tutti alti i membri di questa famiglia. Anche le donne. Per lo meno questi …

Leggi tutto