Home > racconti

racconti

L’isola nel cuore

Di Annarosaria Meglio  Ed eccomi qui finalmente come ogni estate tornare nella mia isola. Ogni volta la ritrovo sempre  più  bella e luminosa, con quel mare limpido e azzurro. Prima dell’approdo al porto , sento nell’aria quel profumo che  respiravo da ragazzina, un, misto di salsedine e odore forte di ginestra.  Poco dopo mi ritrovo sul lungomare seduta sopra una …

Leggi tutto

MADONNA DELLE GRAZIE

Di Annarosaria Meglio Ogni anno nel mese di luglio, a Procida, si venera la Madonna delle Grazie nel Santuario in piazza dei Martiri. Era nel 1950 e mia madre Carmela Romano, dett Mlina   a coscia, Concetta Lubrano, Tazzuledd, Feni Lubrano U’viso, Puppinedda Ambrosino U’chiuovo, Rosina Ambrosino Biancone, Maria Ambrosino Faiuolo, Pasqua Ambrosino, Mamma di don Mchele Ambrosino, Mariuccia Intartaglia U’Squarccione, …

Leggi tutto

Guarda un po’ un filo d’erba

Di Annarosaria Meglio La nostra bella Italia  un tempo era molto rilassata. Per i turisti che venivano a farci visita veramente erano vacanze, andare a visitare i nostri musei, Firenze con le sue opere d’arte, il golfo di Napoli con le sue verdi e azzurre isole, il  Maschio Angioino, le case reali e quant’altro, Roma città eterna con il Colosseo, …

Leggi tutto

Un vecchio lupo di mare dal cuore tenero

Di Annarosaria Meglio Sono comandante di navi, faccio questo lavoro da quasi da quasi quarant’anni e ogni tanto mi soffermo a pensare: Perché non mi sono creato una famiglia? Mi sarebbe  piaciuto molto e adesso con l’età avanzata ci penso. Di non avere bambini, una brava moglie, ma sono stato un po’ egoista, pensavo che  con il lavoro che facevo …

Leggi tutto

PAPY… POVERO!

DI  rotellapiera@tim.it TI CHIAMAVAMO “ PAPY ” VEZZO BORGHESE, CHE STAVA A SIGNIFICARE GENITORE MENO ORDINARIO, PIU’ RAFFINATO DEL SOLITO  PAPA’ O PEGGIO… DEL MITICO “ BABBO “, E TU TI CI ADATTAVI COMUNQUE,  A QUESTA STORPIATURA LESSICALE, FELICE D’ ESSERE DA NOI  CONSIDERATO  TALE .  SE ROVISTAVAMO NEI CASSETTI RIORDINATI DALLA MAMMA…CHE CHIAMAVAMO “ MAMY “ ALLA QUALE  PERO’ MENO PIACEVA  ESSERE COSI’ APPELLATA…SENZA …

Leggi tutto

Ricciolo Ribelle

Di Annarosaria Meglio PROCIDA – Mi trovo in una piccola città europea, con larghe distese di verde e tanti laghi con acqua trasparente e fresca da farti venire voglia di berla. In questa piccola cittadina si vive molto bene, è ordinata e pulita. Nei giorni scorsi mi allungai camminando in periferia, avevo sentito delle voci che mi incuriosivano, si diceva …

Leggi tutto

Regalate aquiloni

Di Annarosaria Meglio Una primavera di alcuni anni fa, nella mia casetta posta vicina al mare, dove c’è un enorme distesa di spiaggia con il mare primaverile sempre azzurro, calmo, mentre sbrigavo le faccende di casa, guardavo l’immenso giardino pieno di fiori di ogni specie e alberi da frutta con boccioli di ciliegio e albicocche e mi incantavo a scrutare …

Leggi tutto

L’Oro di Arturo

Di Alessandra Erme <<Buongiorno, vorrei uno zoccoletto per favore>> <<60 centesimi>> <<Grazie arrivederci, oggi riparto…>> <<Li volete i limoni?>> esordisce Pierina l’empatica nonnina <<Eh non saprei… sono pesanti>> <<Ma mica ve li voglio vendere, tenete eccoli raccolti stamattina>> Saluto quasi commossa per la spontaneità del gesto salgo per l’ultimo sospiro al belvedere preso in prestito da Arturo e qualche passante …

Leggi tutto

Un sagrestano diversamente abile

di rotellapiera@tim.it   SILENZIOSO, CONCITATO, I COMPITI DI PARROCCHIA T’APPRESTI A COMPIERE… ANCHE SE UN TURBAMENTO  TI  COGLIE AD  OGNI  MUTAMENTO…UNA SPERANZA CIECA… CHE ANCORA ALBERGA, NEL TUO MALATO ANIMO…MENTRE SERVI ALL’ALTARE O, LENTAMENTE..SPEGNI  I NUMEROSI CERI…CARACOLLANDO O, T’APPRESTI ALL’USCIO…TRA I VOCALIZZI CORALI  CHE T’ACCOMPAGNANO CON NOTE D’ORGANO  FRAMMISTE A ESCLAMAZIONI GIOIOSE CHE,  DALL’ESTERNO TI SORPRENDONO…STUPITO…FRA I LUDI…DEI TUOI  INCOSCIENTI E BEATI COMPAGNI …..

Leggi tutto

Il deserto nel cuore

dal libro di Annarosaria Meglio “Vivi con Gioia” Una vita a vagabondare di città, ci facevamo chiamare”figli dei fiori”, ma di fiori avevamo solo le camicie dipinte, e così passavamo il tempo gironzolando per il mondo senza meta con chitarre tamburi e cantando la LIBERTA’. Erano gli anni sessanta e noi contestavamo tutto, facendo manifestazioni per le strade con chitarre …

Leggi tutto

Il Sindaco Mario Spinetti in lambretta

Di Annarosaria Meglio PROCIDA – Non ho conosciuto il Sindaco Mario Spinetti e mai qualcuno me ne aveva parlato. Le prime notizie le ho appreso leggendo gli articoli di “Espressioni procidane” ed ho capito subito che è stato un buon Sindaco. Ho allora deciso di fare una piccola indagine tra le persone che potevano averlo conosciuto direttamente in quegli anni …

Leggi tutto

Billo

di rotellapiera@tim.it All’inizio della nostra relazione fummo invitati nella casa del custode d’una nota scuola di Napoli;  faceva caldo, e il vino rosso e freddo prodotto dal capofamiglia, dopo la strada percorsa al sole ci confortò alquanto. I suoi cani abbaiavano inquieti, eravamo per loro  degli estranei…il più bellicoso maltrattava il meno aggressivo che ne pagava conseguenza .…quest’ultimo aveva riscosso la nostra …

Leggi tutto

Le “Zeddose”

Di Giacomo Retaggio PROCIDA – Se chiediamo  ad una ragazzina procidana sui dodici. tredici anni (ma anche alla sua mamma) chi o che cosa si intenda con questo nome, state pur certi che sul loro volto apparirà un’espressione di stupore, se non di disgusto all’idea che possa trattarsi di cuoi capelluti ricoperti di “zelle”, vale a dire di zone senza …

Leggi tutto