elezioni procida e1430670326926
elezioni procida e1430670326926

L’Italia del dopo elezioni e il miraggio di un governo politico

di Nicola Silenti

Tranelli, imboscate, veti e contro veti. Lo spettacolo offerto ai cittadini italiani dalle forze politiche all’indomani delle elezioni del 4 marzo sa tanto di una delle più deleterie e moleste pantomime della peggior storia dell’avanspettacolo. Un corollario di piccole e meschine strategie, tra leaders al tramonto e delfini più o meno rampanti, camaleonti che attendono la propria chance al bingo della storia e una seggiola purché sia sul primo carro del vincitore, mentre s’infoltisce la schiera degli aspiranti Napoleone e di chi già si staglia sull’orizzonte della Città eterna con lo sguardo marmoreo del Giulio Cesare che fu. 
Mentre va in scena il dramma e il Paese si tempra a sbattere sui muri, i tantissimi connazionali che sognavano di affidare all’urna elettorale i più sinceri propositi di rinnovamento sono costretti a un ennesimo, orribile risveglio. L’amara realtà è che, di nuovo e come sempre, la partita per il governo del Paese si sta giocando tutta sulla pelle degli italiani lasciando a terra, insieme alla speranza, i cocci della loro pazienza. 
Sempre che un giorno non troppo lontano, la pazienza tradita non si tramuti in rabbia.

Potrebbe interessarti

Enzo Esposito e1624518807100

L’impegno e l’azione riformista dei Socialisti a Procida, nel ricordo di Enzo Esposito.

PROCIDA – L’incontro del 18 giugno scorso nasce con l’intento di ricordare Enzo Esposito venuto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *