Home > libri > Procida: Al via la 60a edizione della Fiera del Libro

Procida: Al via la 60a edizione della Fiera del Libro

PROCIDA – Ora si che è arrivata l’estate. Ha aperto i battenti, infatti, la 60a edizione della “Fiera del Libro”, iniziativa promossa dal Santuario di San Giuseppe a Chiaiolella, nata nell’estate del 1959 quando, durante l’undicesima edizione della “Sagra del Mare”, nella sala Pio XII, un giovane parroco, Don Michele Ambrosino, fu tra i promotori della fiera “Il libro delle ore serene”, manifestazione che ebbe notevole successo per affluenza di visitatori e per libri venduti.

Come racconta il sito www.procida.biz i testi venivano portati sull’isola dalle suore della San Paolo che sbarcavano con le loro auto caricate all’inverosimile ed erano le stesse suore a presenziare, così come per diversi anni a seguire, la mostra che durava pochi giorni. La fiera del libro interessò fin da subito gli stessi procidani ma anche intellettuali della terraferma, che ritornavano sull’isola durante la bella stagione, tra i più assidui si ricorda il noto giornalista napoletano Mario Stefanile. Negli anni ‘50 e ‘60 sull’isola di Graziella i libri non erano tra le “materie prime” di facile consumo e, quindi, la fiera del libro rappresentò un momento culturale stimolante in grado di fare scoprire alle famiglie la bellezza di donare un libro ai propri figli.

Procida ed i procidani, anche grazie alla “Fiera del libro”, hanno avuto, negli anni, la possibilità di conoscere personaggi di rilievo della cultura italiana, tra questi Padre Ernesto Balducci, Padre Bartolomeo Sorge, Paolo Giuntella, Michele Prisco, Italo Alighiero Chiusano, Gino Montesanto, Antonio Lubrano, Tano Ciceroni, Vittorio Paliotti, don Bruno Forte, Francesco D’Episcopo, don Luigi Bettazzi, Sergio Scapagnini, Domenico del Rio.

Sulla recente apertura dell’edizione 2019 raccogliamo il pensiero dell’assessore Antonio Carannante che dice: «A Procida capisci che è davvero iniziata l’estate quando apre la Fiera del libro presso il Santuario di San Giuseppe alla Chiaiolella. – È bello sapere che c’è, mi ricorda di quando scrutavamo curiosi i libri che arrivavano – mi ha detto sorridendo un’amica che non vive più sull’isola. Perché, non si dimentichi, questa Fiera per anni a Procida è stata un’occasione unica per reperire libri oltre che avere momenti di dibattito. Quest’anno si è giunti alla 60^ edizione grazie a Don Vincenzo Vicidomini e a tanti volontari sotto l’appassionata regia di Rino D’orio. Ospiti di eccezione il maestro Vessicchio, la brava scrittrice (ormai procidana di adozione) Valentina Farinaccio, oltre la giovane procidana Michela Romano, autrice di poesie. Una serata in compagnia dei libri – conclude l’assessore Carannante – non è mai una serata sprecata. Andateci».

Potrebbe interessarti

Fratelli d’Italia: Questa amministrazione è un vero disastro per il settore edile

PROCIDA – A distanza di pochi giorni il partito della Meloni, rappresentato a Procida dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *