Procida: Al via la III° edizione di Libriamoci

PROCIDA – Dal 24 al 29 Ottobre 2016 avrà luogo la terza edizione di “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole”, un’iniziativa di promozione alla lettura per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado organizzata dal Centro per il libro e la lettura (CEPELL) nell’ambito delle attività previste per la Scuola dal Protocollo di Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere in tutti gli Istituti scolastici momenti da dedicare alla lettura ad alta voce anche attraverso il coinvolgimento di protagonisti come scrittori, autori, personaggi famosi, amministratori locali, per stimolare negli alunni il piacere e l’interesse alla lettura e offrire un’occasione di crescita, formazione e sviluppo del pensiero.
L’Istituto Comprensivo “A. Capraro” di Procida per il secondo anno consecutivo aderisce all’iniziativa “Libriamoci” con la partecipazione di tutta la scuola dell’Infanzia, di alcune classi della Primaria e delle classi terze della Scuola Secondaria di 1°grado con progetti in intersezione o interclasse. Tra i temi suggeriti quest’anno, si propongono autori classici come William Shakespeare, Miguel de Cervantes e Ludovico Ariosto ma anche autori per bambini come Roald Dahl. Ogni insegnante ha scelto nella massima libertà le letture più adatte al percorso strutturato, coinvolgendo nell’attività anche lettori volontari che si sono resi disponibili a dare il loro contributo.
Le fasi successive alla lettura ad alta voce  prevedono momenti di rielaborazione dei contenuti ,attività grafico-pittoriche e lavori di gruppo,drammatizzazione,giochi e percorsi motori,conversazioni guidate e riflessioni,produzione di testi ecc.
L’iniziativa proseguirà anche nelle settimane successive.

Potrebbe interessarti

La Chiesa e la mancanza di vocazioni

Di Giacomo Retaggio Qualche giorno fa mi giunse un messaggio di don Vincenzo Vicidomini, parroco …

Un commento

  1. LIBRIAMOCI da tutto il vetusto che sopravvive nella scuola,
    e che ognuno vorrebbe sotterrare.
    Come nel lontano 1970 quando da sola, intendevo anticipare, con i miei piani di lavoro di tono lungimirante, modifiche che non condivise dai colleghi più tradizionali, costituivano disagio ai presidi ben pensanti !

    LIBRIAMOCI dai pesi grevi di trasporto volumi e
    materiali scolastici, che all’epoca già preferivo
    rimanessero a disposizione degli allievi,
    nelle classi corrispondenti, anticipando al consiglio di classe cio’ che sarebbe”oggi “dagli esperti”consigliato “;
    compreso il trasferirsi di volta in volta nelle classi prescelte, in modo da consentire ad ogni docente
    di conservare i materiali idonei alle diverse attività
    nelle classi corrispondenti .
    Negli ist.d’arte già da tempo accade : L I B R I A M O C I !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.