Home > Ambiente > Procida: “Blue activities” studenti in azione con il progetto di educazione ambientale di Marevivo

Procida: “Blue activities” studenti in azione con il progetto di educazione ambientale di Marevivo

PROCIDA –  Sull’Isola di Graziella, nei giorni scorsi, è partito il progetto “BLUE ACTIVITIES”, ideato e realizzato da Marevivo, con l’obiettivo di avviare con alcune classi delle scuole primaria e secondaria di primo grado dell’IC “Capraro” e con le classi prime dell’I.I.S.S. “Caracciolo – Da Procida” percorsi didattici finalizzati a coinvolgere i giovani in attività di scoperta e di conoscenza del loro ambiente, attraverso esperienze di apprendimento nelle quali verranno stimolati ad osservare, riflettere ed elaborare in maniera creativa quanto appreso.

Il percorso, che gode del patrocinio del Comune di Procida con il supporto non condizionato della The Coca-Cola Foundation, vede coinvolti circa 750 studenti con i loro docenti, guidati dagli operatori Marevivo.

Una delle caratteristiche del progetto è quella di facilitare l’incontro con esperti locali. Trasmettere la cultura e la conoscenza delle risorse territoriali è di fondamentale importanza per promuovere quel senso civico di appartenenza al territorio che è una delle finalità di BLUE ACTIVITIES.

In particolare per Procida, le sue ricchezze naturalistiche possono essere il filo conduttore per uno straordinario percorso didattico, innovativo ed emozionante. I ragazzi avranno l’opportunità di conoscere l’Isola e scoprire la sua straordinaria ricchezza ambientale.

Gli alunni dell’I.C. “Capraro”, per esempio, hanno già iniziato le attività con lo studio delle coste dell’isola, visitando sia i litorali sabbiosi che quelli più discontinui. Le prime uscite hanno permesso ai ragazzi di raccogliere, secondo una metodologia standard, diverso materiale spiaggiato che verrà approfonditamente studiato in sede laboratoriale scolastica. Le uscite proseguiranno con la partecipazione di esperti e biologi.

Le classi prime dell’I.I.S.S. “Caracciolo – Da Procida” hanno “adottato” una delle spiaggia dell’isola “La Lingua”. I ragazzi periodicamente misureranno la larghezza e la lunghezza della spiaggia ed effettueranno precisi rilievi fotografici così da acquisire, attraverso il metodo scientifico di analisi e campionamento, dati e informazioni lungo un preciso arco temporale. Inoltre, si impegneranno ad effettuare periodiche pulizie e realizzeranno pannelli informativi, in varie lingue, che racconteranno le caratteristiche della spiaggia stessa e ne valorizzeranno le peculiarità. Contestualmente, per avere una visione completa di tutti gli elementi naturali caratterizzanti la spiaggia della Lingua, gli studenti verranno guidati dagli operatori Marevivo alla conoscenza delle caratteristiche geologiche e vegetali presenti.

A fianco dell’Associazione ancora una volta il Corpo della Capitaneria di Porto, la Marina Militare, l’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” che assieme alla Stazione Zoologica “A. Dohrn”, garantiranno la consolidata collaborazione alle attività di educazione all’ambiente a alla sostenibilità che Marevivo porta avanti da oltre 30 anni.

Potrebbe interessarti

Consiglio Comunale per approfondire lo Statuto del Pio Monte dei Marinai

PROCIDA – Su richiesta del Comitato per il Pio Monte dei Marinai, é stata convocata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *