Per Procida: A Chiaiolella non si applica il Codice della Strada?

PROCIDA – (Comunicato Stampa gruppo “Per Procida”) Il gruppo “Per Procida”, anche a seguito di segnalazioni giunte da decine di cittadini, esprime il proprio parere negativo alla disposizione che l’Amministrazione comunale ha riservato alla piazzetta di Marina Chiaiolella. Questa, infatti, tra suolo pubblico riservato a ristoranti e tassisti e con il posizionamento di testoni in cemento si è talmente ristretta da essere diventata una via di sola percorrenza in cui per i pedoni è difficile muoversi così come per le auto è impossibile sostare anche per un solo attimo. Su questo punto, purtroppo, dobbiamo essere più precisi in quanto, i soliti furbetti del quartierino lo spazio per parcheggiare lo hanno trovato, scavalcando il marciapiede e collocandosi “tomi tomi cacchi cacchi” in prossimità della cabina elettrica posta in adiacenza dell’ex impianto di distribuzione carburanti. La domanda, ovviamente, nasce spontanea: essendo la cosa talmente lampante non è che sia proprio un caso che i furbetti tranquillamente sostano dove per il codice della strada non dovrebbero esserci? Non è che facciamo dove vedo e dove ceco?

Sempre a Chiaiolella abbiamo potuto constatare come l’unico tratto di strada naturalmente pedonabile, compreso tra il ristorante crescenzo e l’angolo di via Lamartine sia completamente aperto senza nessuna limitazione al passaggio di macchine e motorini. Anche qui la domanda sorge spontanea: a Marina Grande dobbiamo educare invece a Chiaiolella?

Potrebbe interessarti

quercia colpita

Infestazione del Cerambice della quercia a Procida

Dopo il punteruolo rosso che ha fatto strage di palme, un altro insetto minaccia la …

Un commento

  1. geppino pugliese

    Vorrei dire a questi ” scienziati ” .. del gruppo x procida

    che,forse,farebbero bene a ” tacere “,visto che quando si agitano fanno più danni che bene.

    Non sanno un cavolo della Chiaiolella,della sua degenerazione ,del suo deturpamento del suolo pubblico,e vogliono fare i “pierini”.

    Con tutte le ” mostruosità ” che si sono succedute nel corso degli anni,con il porto abusato e usato solo dai concessionari e negato alle prossime generazioni

    con il territorio devastatola da rimessaggi inutili e dannosi, dove per traghettare le barche x metterle a riposo si infrange il codice della strada

    con la piazza,un tempo,da piccolo,luogo libero e spazioso,ora diventata,una pista veicolare,con i ristoratori e i loro spazi esterni che la fanno da padroni assoluti,

    e nella quale il popolo della chiaiolella si relazionava e socializzava

    con questa nuova disposizione comunale di questa Amministrazione,che ha ulteriormente ristretto questi spazi,negando ” in modo totale ” la possibilità di una sosta temporanea,neanche con un motorino

    ebbene,questa opposizione da ” QUATTRO SOLDI” che va a vedere? i furbetti del quartierino…

    Ma fatemi il piacere!

    Siete voi del gruppo ” Per Procida ” ,la ” negazione della negazione”,l’opposizione ridotta a vomiti puzzolenti..

    state zitti, ch’è è meglio x voi.

    Logicamente ,ho parlato pochii problemi,ma ce ne sono molto di più…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *