Home > procida > economia > Procida: I conti non tornano. Com’è andata?

Procida: I conti non tornano. Com’è andata?

villaniUn nostro amico, che ringraziamo, ci ha inviato il resoconto audio dell’incontro che si è tenuto domenica 12 luglio  alle ore 18,30 al Comune di Procida. Integralmente, così come ricevuto, proponiamo questo importante documento, a beneficio dei cittadini, che vede l’esposizione dettagliata sulla situazione economica dell’Ente Locale fatta dal consigliere delegato al bilancio Giovanni Villani, che si è soffermato particolarmente sulle passività dell’Ente, dall’assessore con delega al contenzioso Antonio Carannante, che ha specificato le vertenze aperte e del peso che potranno avere, e dal Sindaco Dino Ambrosino. Siamo certi che non mancheranno spunti di riflessione!!!

Potrebbe interessarti

Scala (F.I.): Le imbarcazioni coastal rowing del Comune vengono utilizzate correttamente?

PROCIDA – Con una nota (che di seguito riportiamo) del Commissario di Forza Italia e …

Un commento

  1. i Comuni virtuosi in Italia sono ben pochi, circa 5’400 sono pieni di debiti, è una storia che ha inizio a metà anni ottanta, quando lo stato decide di non sanare più i debiti dei Comuni, a seguito di ciò stabilisce di dare dei contributi alle casse comunali, che a sua volta, un poco alla volta li ha ridotti al lumicino.
    Ora è chiaro che chi non ha la minima parte di esperienza amministrativa,(neanche di un piccolo condominio) trova difficoltà ad amministrare, e cerca di coinvolgere l’opinione pubblica, che ignora queste cose,(come evidentemente ignoravano gli attuali amministratori) Allora mi vien da dire, senza polemiche, assolvendo gli sprovveduti che non hanno nessuna esperienza , il Sindaco che ha più di 10 anni di presenza in Consiglio Comunale, come anche qualche altro consigliere; non hanno recepito niente non sapevano ? la verità è un altra: neanche si aspettavano, di occupare il palazzo di via Libertà, ho motivo di pensare che non hanno un programma, non sanno da dove partire, non sanno un cavolo. quindi almeno date ascolto a chi ne sa più di voi, per Esempio perché non chiedete consiglio ad Aniello Scotto di Sandalo? tra l’altro vi ha fatto vincere le elezioni, con i suoi trecento e più voti- lui potrebbe darvi delle direttive. siate Umili, non è sottomissione, è fare il bene del paese. e un ultima cosa avete parlato di cambiamento, è pur vero che è presto ancora, ma io noto che tutto sta come prima, forse peggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *