Home > Procida. Convocato il Consiglio Comunale per il prossimo 26 novembre. Tra gli argomenti la nomina di un nuovo Presidente del Consiglio Comunale.

Procida. Convocato il Consiglio Comunale per il prossimo 26 novembre. Tra gli argomenti la nomina di un nuovo Presidente del Consiglio Comunale.

Dopo il tribolato Consiglio Comunale dello scorso 19 novembre, nel quale il vice sindaco Luigi Muro ha chiesto esplicitamente le dimissioni del Presidente del Consiglio Giorgio Formisano, come atto consequenziale della sfiducia votata dal Formisano alla maggioranza che lo ha designato, e dopo che lo stesso Formisano ha dichiarato di voler chiedere ai consiglieri (ricordiamo che era stato eletto a voto unanime) se fosse venuta meno la fiducia a suo tempo accordatagli, l’argomento approda in Consiglio Comunale provocando, inevitabilmente, alcune prese di posizione.

Partiamo dal documento di convocazione della pubblica adunanza, firmato dal Vice Presidente del Consiglio, Pasquale Sabia:

Il Vice Presidente del Consiglio Comunale,

Stante la necessità di riunire, nel rispetto dei termini di legge, il Consiglio Comunale per l’esame di un importante adempimento quale l’assestamento del Bilancio di Previsione 2008, la cui scadenza è fissata al 30 novembre 2008;

Accertato tramite gli uffici di Segreteria l’impedimento temporaneo del Presidente;

Visto il Decreto Legislativo 18.08.2000 n. 67;

Visto lo Statuto Comunale;

Visto il Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale

PARTECIPA

Che il Consiglio Comunale di Procida si riunirà in seduta ordinaria di I° convocazione il giorno 26.11.2008 alle ore 17,30 presso la Sala Consiliare “V. Parascandola” sita nella Casa Comunale di Procida in via Libertà n. 12 bis per la trattazione del seguente ordine del giorno:

  1. Approvazione verbale seduta precedente del 19 novembre 2008;
  2. Comunicazioni del Sindaco;
  3. Interrogazione pot. 12033 del 14.08.08;
  4. Interrogazione prot. 12033 del 14.08.08;
  5. Variazione di assestamento generale del bilancio di previsione 2008;
  6. Revoca della delibera di C.C. n° 21 del 21.04.2005;
  7. Nomina Presidente del Consiglio Comunale;
  8. Nomina dei Vice Presidenti del Consiglio Comunale;
  9. Richiesta a firma dei Consiglieri Comunali Ambrosino Raimondo e Borgogna Fabrizio prot. N° 16572 del 17.11.2008.

In tempo reale pronta la replica, affidata ad un comunicato stampa, dei Consiglieri Dino Ambrosino, Fabrizio Borgogna, Vincenzo Capezzuto, Gennaro Cibelli, Antonio Intartaglia, Tommaso Strudel, Michele Romano, per i quali: “Grave! Gravissimo ! All’indomani del Consiglio Comunale del 19 novembre u.s. la Giunta Comunale e tutta la restante maggioranza si sono affrettati a convocare un nuovo consiglio comunale per il prossimo 26 novembre a firma del vice-presidente Pasquale Sabia (consigliere di maggioranza) con il seguente ordine del giorno:

  • revoca della delibera C.C. n. 21 del 21.04.2005 e nomina del nuovo Presidente del Consiglio Comunale e dei relativi vice presidenti.

Il Motivo di tale decisione? Semplice! Il Presidente Giorgio Formisano nell’ultimo consiglio comunale ha ufficializzato la sua uscita dalla maggioranza. In parole povere e chiare la compagine del Sindaco Lubrano ha espresso il suo credo: o la pensi come noi o te ne vai a casa !

È da premettere che il presidente Formisano, nei giorni precedenti al Consiglio, aveva già manifestato la propria personale volontà di dimettersi. Volontà rientrata solo dopo le pressioni dei consiglieri di opposizione e degli ex consiglieri di maggioranza Tommaso Strudel e Gennaro Cibelli che a gran voce gli hanno chiesto di tornare sui propri passi. Il Presidente Formisano, votato all’unanimità dall’intero consesso, in questa fase, con la carica ricoperta può ancor più di prima garantire l’imparzialità delle sedute consiliari, e per questo deve restare. Noi non vogliamo la dittatura !

La richiesta di revoca rappresenta la palese volontà di nominare un nuovo presidente del Consiglio Comunale da scegliere, ovviamente, tra i tanti consiglieri di maggioranza (rimasti) che rispondono ancora a comando. Come è possibile accettare tutto ciò? Vogliono mettere un bavaglio anche al Consiglio Comunale, alla massima espressione di democrazia all’interno di un comunità. Ma come possono accettare tutto ciò anche i consiglieri comunali che ancora sostengono questa disastrosa amministrazione ? Secondo voi è questo il modo di amministrare?”.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *