Home > Ambiente > Procida: Dipendenti Tekra ancora con stipendi arretrati

Procida: Dipendenti Tekra ancora con stipendi arretrati

PROCIDA – La storia, oramai, si ripete con una certa frequenza per i lavoratori alla dipendenze della Tekra srl, società che svolge il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani che, solo in questo 2018, prima a gennaio poi a luglio, hanno rimarcato pubblicamente il loro stato di malessere per il pagamento, con mesi di ritardo, del relativo stipendio. Da questo punto di vista il 12 settembre scorso la società Tekra ha inviato ai dipendenti di Procida una comunicazione relativa alla modalità di pagamento delle retribuzioni arretrate: “L’Ente comunale – si legge – deve ancora corrispondere alla Tekra i canoni del mese di giugno e luglio” così l’azienda provvederà a liquidare le spettanze arretrate, corrispondendo “la retribuzione del mese di luglio nel corrente mese di settembre, non appena l’Ente Comunale verserà all’azienda il canone; la retribuzione del mese di agosto sarà invece corrisposta in tre rate di uguale importo: la prima versata unitamente alla retribuzione di luglio.”  Inutile dire che, ad oggi, le cose sembrano essere ancora in alto mare tanto che la segreteria provinciale del Sindacato della Confederazione Italiana del Lavoro – federazione servizi ambientali, ha inviato al Prefetto di Napoli la richiesta di convocazione urgente avente ad oggetto proprio il mancato pagamento delle spettanze di Luglio e Agosto. Il Prefetto ha convocato le parti per il prossimo 25 settembre alle ore 12,00.

Sulla questione abbiamo raccolto la posizione del Sindaco Dino Ambrosino che dice: «Il Comune ha pagato l’azienda martedì, credo che entro un paio di giorni gli operai avranno gli stipendi. L’azienda dovrebbe anticipare ma da diversi mesi comunica che ha difficoltà a farlo».

Potrebbe interessarti

Approvata al Senato legge per le isole minori

Di Giuseppe Giaquinto PROCIDA – Il disegno di legge approvato dal Senato promette di cambiare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *