Home > Trasporti > Procida: EAVBus, si salvaguardino cittadini e lavoratori

Procida: EAVBus, si salvaguardino cittadini e lavoratori

eavbus logoSulla questione EAV Bus, per la quale, ricordiamo, la curatela fallimentare ha riaperto i termini del bando fissando la scadenza al prossimo 11 luglio 2013, lo scorso 13 giugno, nel corso del Consiglio Comunale, Pasquale Sabia, vice presidente del Civico Consesso nonché attento delegato ai trasporti, ha presentato un ordine del giorno (votato all’unanimità) per sollecitare tutti i soggetti in campo a fare il possibile per garantire il servizio ai cittadini e il livello occupazione all’interno dell’azienda.

Premesso che:

Il trasporto pubblico sull’isola di Procida a seguito della procedura fallimentare in corso di svolgimento e della crisi aziendale della EAV Bus srl è in una situazione di particolare criticità resa ancora più grave dalla presenza di numerosissimi ospiti italiani e stranieri in piena stagione turistica.

Preso atto:

Che in data 06/06/2013 all’esito della procedura ad evidenza pubblica indetta dalla curatela per l’affidamento in gestione del complesso aziendale della Eav Bus l’unica offerta pervenuta risultava essere della C.L.P. s.p.a. (Società di trasporto su gomma privata);

Che allo stato non risultano chiare le ragioni per le quali nonostante i consistenti finanziamenti regionali assicurati alla Eav negli ultimi mesi anche al fine di garantire la salvaguardia della natura pubblica della gestione del servizio di trasporto su strada,nessuna società pubblica partecipata dalla Regione Campania e/o dalla Provincia di Napoli,ha inteso nei termini fissati dal procedimento partecipare alla procedura ad evidenza pubblica,di fatto abdicando alla necessità di  garantire la continuità del servizio pubblico,tutelando anche i livelli occupazionali;

Che l’attuale situazione determinatasi nel pieno della stagione turistica,che ha già fatto registrare in alcuni giorni la sospensione quasi totale della circolazione dei mezzi del servizio pubblico,creando gravissimi disagi ai turisti,ai residenti,determina forte caduta di immagine dell’isola di Procida che vede compromessa sui media locali e nazionali la qualità dei servizi offerti agli ospiti;

Che l’attuale stato di grave emergenza con ripetute interruzioni delle corse di collegamento anche fra le diverse zone dell’isola oltre ad integrare gli estremi di interruzione del servizio pubblico,rischia di generare gravi problemi anche sotto il profilo dell’ordine pubblico;

Che nel corso dell’incontro svoltosi in data 7 giugno 2013 presso la Regione Campania l’Assessore Regionale ai trasporti ha manifestato sicura disponibilità nel recepire le istanze dei Sindaci espressioni delle comunità locali assicurando l’adozione di ogni atto di competenza della Regione Campania per garantire il mantenimento della gestione pubblica del trasporto;

Che in data 11 giugno 2013 il Curatore fallimentare ha riaperto i termini per la presentazione di ulteriori offerte per l’affidamento in gestione del complesso aziendale Eav Bus srl al fine di consentire la partecipazione di società pubbliche interessate alla gestione del servizio in parola entro l’11 luglio 2013 e che il servizio continua ad essere svolto dall’Eav Bus holding fino al 31 luglio c.a. .

Considerato:

Che corrisponde all’interesse pubblico,sotto il duplice profilo del mantenimento di un efficiente ed efficace livello di organizzazione del servizio,nonché della salvaguardia dei livelli occupazionali,la gestione da parte di società pubblica del relativo servizio.

DELIBERA

Per tutto quanto in premessa specificato e che si intende di seguito riportato :

-Dichiarare che corrisponde all’interesse pubblico,sotto il duplice profilo del mantenimento di un efficiente ed efficace livello di organizzazione del servizio,nonché della salvaguardia dei livelli occupazionali,la gestione da parte di società pubblica del servizio di trasporto;

Di richiedere alla Regione Campania e alla Provincia di Napoli mediante le società pubbliche da esse partecipate di presentare apposite offerte nell’ambito della procedura in essere,e stabilire che tali offerte assicurino un piano di gestione che preveda il mantenimento di tutte le corse di trasporto pubblico attualmente in vigore nell’isola di Procida, il loro potenziamento nonché la salvaguardia dei livelli occupazionali del personale addetto al settore evitando il ricorso ad ogni forma di mobilità del personale e rispettando i dettami del contratto collettivo nazionale ASSTRA-Trasmettere la presente deliberazione alla Regione Campania,alla società Eav ,alla Eav Bus srl al Giudice della procedura fallimentare presso il Tribunale di Napoli VII Sez. fallimentare Procedura fallimentare n.308/2012 dott. Aldo Cenniccola  ed ai curatori fallimentari;

Trasmettere copia della presente a tutti i comuni dell’isola di Ischia affinché la facciano propria.

Potrebbe interessarti

Convocato il Consiglio Comunale per il 28 aprile

PROCIDA – E’ convocato per il giorno 28 aprile 2017, alle ore 17,30, in seduta …

Un commento

  1. GEPPINO PUGLIESE

    PREMESSO

    che no ho nulla ridire contro i lavoratori dell’EAV,efficienti e bravi,e di cui auguro un futuro garantito di lavoro,

    trovo assolutamente fuori luogo questa delibera,di cui non condivido praticamente nulla.

    Tutto il mondo,l’Europa stessa,non ci invita,ma,anzi,ci impone che i servizi pubblici devono essere privatizzati,liberalizzati,

    perchè abbiamo visto come la Tirrenia e l’EAV sono solo stati serbatoi di clientele e specialmente di ” DEBITI “,

    adesso il nostro ” dissipatore pubblico ” Pasqualino Sabia,delegato ai trasporti vuole o vorrebbe perpetuare questa ” voragine ” di inefficienza, di clientele, di sperpero di denaro pubblico:

    forse il nostro Delegato Sabia non è al corrente che la Regione Campania non può più, per legge,colmare,coprire la situazione deficitaria di queste società pubbliche.

    Invece occorre,a mio modesto parere, indire una gara d’appalto ,a cui tutti possano partecipare; logicamente,il costo di gestione e i profitti,saranno solo ed esclusivamente dei vincitori della gara stessa.

    Il sistema del trasporto pubblico,realizzato nei decenni scorsi,è stata un’idea ” F O L L E ” dei partiti di allora,servizio bus ogni 20 minuti e che copriva quasi l’intero territorio di Procida.

    Era una cosa immaginabile,che i costi di gestione sarebbero stati giganteschi.

    Ma tant’è! Si fecero lo stesso,si realizzò il programma folle ,solo per un unico ed esclusivo motivo: ” SI SCARICAVA LE PERDITE SICURE DI ESERCIZIO SULLA REGIONE, CIOE’ SUI CITTADINI.

    Ora tutto questo ,spero che finisca.

    Con l’augurio però che i lavoratori dell’azienda NON PERDANO IL LAVORO

    ,magari ,lavorando con i privati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *