Home > Procida. I cacciatori procidani finanziano uno studio per la fauna selvatica.

Procida. I cacciatori procidani finanziano uno studio per la fauna selvatica.

Gli uccelli trascorrono l’inverno a Procida. Lo ha accertato una ricerca promossa sull’isola dall’Ambito Territoriale Caccia provinciale, presieduto da Sergio Sorrentino.

Il progetto di ricerca è stato illustrato, ieri mattina, nella sala consiliare del Municipio isolano dal professore Paolo Maria Politi che, con la sua equipe, sta conducendo la ricerca sul territorio isolano dal 20 ottobre scorso. I primi risultati sono considerati molto soddisfacenti. In venti giorni sono stati catturati, inanellati e poi subito liberati 651 uccelli di 30 specie diverse, di cui tre (tordo bottaccio, merlo e quaglia) di interesse venatorio. La specie più catturata risulta essere il pettirosso, con 207 esemplari, seguito dal luì piccolo (78 individui) e dalla capinera (69 individui). Le novità più eclatanti registrate sono state la presenza del codazzurro (il volatile vive tra il nord della Russia e la Siberia asiatica), che non si vedeva in Italia dal 1950, e della passera sarda, una specie totalmente nuova per Procida. “La visita di questi uccelli rari – ha spiegato il prof. Politi – sta a significare che l’isola conserva ancora un habitat idoneo dal punto di vista ambientale, in grado di attrarre questi volatili che spesso rappresentano gli esploratori  della specie,  in cerca di luoghi ove fissare la loro nuova dimora”.

Ma, come ha sottolineato il presidente provinciale dell’A.T.C. Sergio Sorrentino, altra novità di questa ricerca, insieme ai risultati scientifici, è rappresentata dal fatto che, per la prima volta in Italia, sono i cacciatori stessi a finanziare uno studio per la fauna selvatica.

“Ciò è stato possibile – ha spiegato il presidente dei cacciatori – grazie alla Legge 157/92 che solo ora sta evidenziando i suoi effetti positivi, grazie alla collaborazione attiva istituita fra cacciatori, agricoltori, ambientalisti, animalisti ed enti locali”.

Luigi Muro, consigliere provinciale e vice sindaco di Procida, ha colto l’occasione per lanciare una proposta: il censimento nell’isola di tutti i terreni abbandonati , per farne, con il supporto dei fondi ad hoc stanziati da Provincia e Regione a favore degli agricoltori, aree di riferimento della selvaggina migratoria attraverso la conservazione delle colture.

DOMENICO AMBROSINO

pubblicato su IL MATTINO dell’11 novembre 2008 con iltitolo “Agli uccelli piace Procida”.

fonte procida.tv

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *