Procida. Il pensiero del giorno: addio sacchetti di plastica

In vigore dal 1° gennaio 2011

Il divieto di commercializzazione dei sacchi da asporto merci non conformi ai requisiti di biodegradabilità indicati dagli standard tecnici europei vigenti, di cui all’ 1, comma 1130 della legge 26 dicembre 2006, n. 296, come modificato dall’art. 23, comma 21-novies del decreto legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n.102 sarà in vigore dal 1° gennaio 2011. Resta consentito lo smaltimento delle scorte in giacenza negli esercizi artigianali e commerciali alla data del 31 dicembre 2010, purchè la cessione sia operata in favore dei consumatori ed esclusivamente a titolo gratuito.

Stefania Prestigiacomo: “Una grande innovazione, adesso è necessario il pieno coinvolgimento dei cittadini”.

Come vogliamo metterla? “coricata, in piedi, di sbieco, o di traverso”?

Caro Sindaco stavolta è serio il fatto, poiché già siamo stati “penalizzati” per non aver raggiunto la percentuale di differenziata e per questo motivo pagheremo di più l’immondizia.

Adesso se non rispettiamo la legge dello stato, saranno batoste!Certo ci vorrà limpida coscienza, volontà, e un pizzico di sacrificio per le prime volte da parte dei cittadini, e per quelli incorreggibili, bisogna che il governo locale dia una dimostrazione di forza,e non di debolezza.

Signor Sindaco le suggerisco un tavolo di lavoro per il controllo su tutto il territorio

Credo che sia compito anche delle strutture che rappresentano le categorie, di attivarsi per il rispetto della legge:

Ascom, Confcommercio, Confesercenti, Federconsumatori,  le associazioni Ambientaliste del territorio, Coldiretti, Adiri pesca, e affini, parenti amici e vicini di casa. Tutti chiamati a responsabilità

Non spendiamo soldi per le telecamere, abbiamo tantissimi volontari ambientalisti, che volendo possono fare dei controlli a sorteggio per zone, come quella scena del film di Luciano De Crescenzo, dove  scartocciando i sacchetti dell’immondizia si  scopriva chi l’aveva buttata.

Con l’eliminazione dei sacchetti di plastica, si potrebbero eliminare anche quei contenitori, di “buste di carta” che quando piove, fanno tanta immondizia e schifezza per strada, che superano i sacchetti dell’umido.

Riusciremo stavolta, a farcela? SENZA ripicche, la bella figura la facciamo noi e non il Sindaco.

Che fracasso! Che sconquasso! Che schiamazzo, mondo pazzo!
buffo e pazzo, con fischi, frizzi, lazzi, e sollazzi, fanno tutti “divertir”.

Salva Costa da Procida

Fonte immagine: Sottoscrivo.com

Potrebbe interessarti

blank

Martedì 31 dicembre sospeso il conferimento rifiuti

PROCIDA – Il Comune informa che in occasione della festività di Capodanno, per la tutela …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *