fabio branchi sel
fabio branchi sel

Procida: La mia politica

fabio branchi seldi Fabio Branchi

La crisi dei partiti tradizionali, la corruzione dilagante, l’irrompere sulla scena di personaggi troppo forti perché le forme costituzionali possano davvero contenerli, l’accentuarsi delle differenze tra abbienti e spossessati, la tentazione di soluzioni autoritarie, questo è lo stato attuale delle cose. E’ necessario, dunque , ampliare la base di quanti si sentono rappresentati dalle istituzioni repubblicane e identificano il proprio benessere  con quello dello stato. E’ fondamentale che sia   sempre assicurata la qualità intrinseca, la caratura etica e morale di quello che oggi si chiama il personale politico. E’ questo l’argine fondamentale a difesa della democrazia in pericolo . Solo l’onestà e la rettitudine dei suoi rappresentanti, quale che sia il modello di governo prescelto, garantiscono la saldezza dello stato. La politica  per me è la forma più alta di amore per il prossimo, è una vocazione, è  un impegno civico. La politica costituisce un aspetto importante della  mia vita ,  perché  mi fa essere cittadino della mia polis, Procida, con senso di responsabilità e di partecipazione per quella che non a caso si chiama la res publica, la cosa di tutti. La politica è la forma più alta di carità e quindi di amore per gli altri. La politica è una dimensione  nobile, è offerta di sé, delle proprie capacità,dei propri ideali, all’insegna del servizio pubblico gratuito. La politica è pathos,è trasporto, è emozione, è sacrificio, è devozione, è dedizione  è impegno, è amore. Proiettiamoci verso una coraggiosa elaborazione culturale, verso un ampio  respiro. Mai più la tendenza a rinchiudersi in orti ben delimitati, bensì promuoviamo il confronto in campo aperto con gli altri pensieri . Invitiamo a riflettere su di una politica  orientata da un interesse generale, da una utilità collettiva, in funzione dei principi di giustizia, uguaglianza e solidarietà e della concretizzazione dei diritti umani e sociali. L’invito ai cittadini  è al principio di partecipazione ed a quello di responsabilità collettiva condivisa, che, mai come oggi  assumono un ruolo centrale e determinante per il nostro futuro.

Potrebbe interessarti

La settimana delle Quirinarie

Di Michele Romano La settimana delle “Quirinarie”, che ha condotto alla rielezione di Sergio Mattarella, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.