Home > Procida. L'amministrazione ha poche idee e molte confuse

Procida. L'amministrazione ha poche idee e molte confuse

lista-la-svolta.jpgComunicato stampa – Gruppo La SvoltaA distanza di appena 10 gg (29 giugno e 7 luglio) si sono svolti due Consigli Comunali molto importanti per la nostra comunità. La seduta del 29 giugno si è in massima parte concentrata sulle interrogazioni (ben tre) avanzate dal gruppo “La Svolta” per il tramite del capogruppo Avv. Mariano Cascone, aventi ad oggetto temi delicati ed attuali relativi a settori strategici per Procida, in particolare quello finanziario, sociale e turistico, come già annunciato in anteprima sulle pagine di questo blog. La prima è stata l’interrogazione (N. 7564), relativa alla richiesta di spazi pubblici da mettere a disposizione delle associazioni procidane. E’ stato il Sindaco in persona a rispondere, dapprima precisando che le associazioni che hanno organizzato la Sagra del Mare l’anno scorso sono state tutte rimborsate per le spese sostenute (come se questo fosse una elargizione benevola dell’Amministrazione e non semplicemente il minimo dovuto a quelle Associazioni che hanno letteralmente “salvato” la Sagra del Mare), senza però minimamente entrare nel merito dell’interrogazione che chiedeva invece una maggiore sensibilità nei confronti di queste importanti realtà nonché la disponibilità dell’Amministrazione a voler loro riconoscere spazi pubblici (a cominciare dalla Sala Consiliare) per supportarle logisticamente nella loro insostituibile opera sociale. L’insoddisfazione della risposta del Sindaco ha determinato la richiesta del gruppo “La Svolta” di trasformare l’interrogazione in mozione che sarà oggetto di discussione nel prossimo Consiglio.La seconda interrogazione (N. 7563) riguardava invece gli interventi da porre in essere da parte dell’Amministrazione per ciò che concerne il pubblico decoro e la vivibilità dell’isola specie nel periodo estivo per garantire minori disagi ai residenti dovuti ai flussi turistici. La risposta dell’Assessore Borgogna è stata a tratti tragicamente onesta e a tratti quasi comica, spaziando dall’elogio delle belle donne che sono giustificate, a suo dire, se camminano per strada succinte o quasi nude (mentre a Capri, dove il turismo lo fanno seriamente, esiste da tempo un’ordinanza estiva che vieta abbigliamenti offensivi al pubblico decoro in un ottica innanzitutto di rispetto per i residenti da parte dei turisti), al fatto che per carenza di fondi i turni notturni dei Vigili Urbani saranno questa estate ridotti consentendo ai centauri di poter impunemente disturbare il sonno dei nostri cittadini senza un minimo di controllo del territorio. Anche qui l’insoddisfazione del gruppo “La Svolta” è stata massima e l’Amministrazione si è dimostrata tragicamente insensibile ai seri problemi sollevati, non potendo far altro che registrare la linea lassista che il Comune ha deciso di adottare specie per ciò che riguarda gli schiamazzi notturni.Infine si è discussa l’interrogazione (N. 7856) che denunciava un pesante debito di 220.000,00 € del Comune nei confronti dell’Enel per il mancato pagamento della bolletta elettrica. Anche qui è stato il Sindaco a prendere la parola cercando di giustificare la gravità della situazione con le criticità finanziarie in cui versa il Comune, senza dare alcun tipo di seria prospettiva circa il rientro da questo debito che espone concretamente la comunità procidana a vedersi staccare, tra l’altro, anche la pubblica illuminazione o la corrente nelle scuole, rischio che però secondo l’Amministrazione ad oggi non si ravvisa (senza chiarire però la fonte di questa rassicurazione).Il buon senso del gruppo “La Svolta” e del capogruppo Avv. Mariano Cascone, il cui interesse unico non è quello di fare sterile populismo ma cercare responsabilmente di dare un contributo alla risoluzione dei tanti problemi della nostra comunità, è stato per l’ennesima volta dimostrato rinviando il giudizio sulla risposta del Sindaco alla prossima seduta del Consiglio in cui si discuterà del Bilancio di Previsione 2010, vero banco di prova estremamente delicato per il Sindaco e la sua maggioranza, dove si spera venga data una risposta chiara e seria su tale grave esposizione debitoria che rappresenta altresì un simbolo della disastrata situazione finanziaria del nostro Comune che non può permettersi nemmeno di pagare la luce, fatto questo che di certo non ci fa gioire ma che viceversa registriamo con grande e responsabile preoccupazione.In conclusione rileviamo che su tutte e tre le interrogazioni non vi è stata una sola parola chiara e risolutiva, ma solo vaghezza e genericità (stendendo un velo sulle battute da bar dell’Assessore Borgogna) pur trattando le stesse argomenti seri quali turismo, sociale e finanza…praticamente poche idee e molto confuse da parte dell’Amministrazione Comunale.Fine prima parteN.B.: la nota vicenda della nomina della Commissione Paesaggio, votata nel Consiglio Comunale del 29 giugno, sarà oggetto di separata analisi che verrà pubblicata nei prossimi giorni.Avv. Mariano Cascone – Capogruppo “La Svolta”

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *