Procida: Lavoriamo insieme per il bene dell’isola

piazza martiriIn questi ultimi tempi sembra che, da parte di molti, cittadini in primis, ci sia maggiore disponibilità a lavorare per il bene comune così da rendere il territorio dell’isola di Procida più decoroso e fruibile. Un esempio è certamente dato dai risultati della raccolta differenziata, che da inizio 2013 viaggia al di sopra del 60%, così come da azioni svolte da gruppi di volontari, tra questi “Operazione Primavera”. Da questo punto di vista un riconoscimento viene dal primo cittadino Vincenzo Capezzuto il quale, sul suo profilo facebook scrive: ”Voglio rivolgere un pubblico ringraziamento all’iniziativa che il gruppo di Operazione Primavera, ha intrapreso, di concerto agli abitanti di Via Scipione Brandolini, dedicandosi alla manutenzione e al decoro di tale luogo. Sperando che operazioni similari saranno estese anche ad altre strade dell’isola con un progetto condiviso tra pubblica amministrazione e cittadini, voglio informarvi, a tal proposito, che l’Arch. Andrea Cosenza è stato incaricato da questa Amministrazione Comunale di redigere un programma di valorizzazione, in particolare per la zona di Sancio Cattolico e che gli Architetti Giulia Muro e Leonardo Ridda hanno già completato le schede per il piano colori, strumenti di indirizzo necessari per regolamentare tale materia. Tutti i professionisti da noi incaricati – sottolinea il Sindaco – dovranno avere come modello l’ esempio partecipativo portato avanti da “Operazione Primavera”. A breve sarà convocata una riunione pubblica tesa ad approfondire tali tematiche. LAVORIAMO INSIEME PER IL BENE DELLA NS ISOLA ! ”
Sull’argomento interviene anche l’assessore Rachele Aiello, per la quale: “Ben vengano iniziative portate avanti da singoli o gruppi di cittadini, in modo particolare quando queste, secondo le priorità, vengono concordate con l’Amministrazione Comunale. Del resto – sottolinea Aiello – le istituzioni, come giustamente sottolinea il Sindaco, stanno mettendo in essere una serie di  progetti che vanno in questa direzione, vedi il Piano Colori, le cui schede e relativa normativa entreranno operativi nell’arco di tre mesi dalla delibera dell’Ufficio, così come, entro sei mesi, sarà completato il Piano Particolareggiato Colore per Sancio Cattolico, luogo scelto come prioritario in quanto rappresenta la chiave di accesso all’intero territorio, unitamente al nuovo strumento per la valorizzazione della stessa zona con particolare riferimento alle aree in concessione ai pubblici esercizi con rivisitazione della mobilità del sito. Ma – conclude l’assessore Aiello – proprio facendo tesoro della maggiore consapevolezza manifestata dai cittadini sulle problematiche ambientali, senza andare troppo distante, basta fare un giro per le spiagge dell’isola per poter notare come quest’ultime, a differenza degli anni passati, sono state pulite, sulla base di un programma, definito e concordato con la Te.K.ra spa, che va da marzo a fine stagione estiva, in modo tale da garantire a procidani e turisti arenili sgombri da ingombranti e materiali di varia natura, con l’aggiunta di qualche servizio gratuito sulle spiagge libere a partire dal Lungomare Cristoforo Colombo.”

Potrebbe interessarti

Menico Scala: Trasporti marittimi, anche le delibere viaggiano a rilento

PROCIDA – (c.s.) Il Consigliere comunale Menico Scala torna sulla questione dei trasporti marittimi e …

3 commenti

  1. raimondo lubrano

    ma abbiamo un problema grande dove ognuno mette la testa sotto la sabbia
    il traffico????? che si aspetta il solito divieto che non porta da nessuna parte quando e’ che liberiamo l’isola dal traffico??? e per favore l’amministrazione non si faccia tirare sempre dalla giacca come sul dire quale sono le sue iniziative????
    saluti

  2. Ognuno la pensa come vuole

    ma,dal mio punto di vista,anche se si eliminassero,con un atto dittatoriale alla POL POT( il più feroce tiranno comunista della storia), il traffico veicolare e tornassimo ai “muli ” come una volta
    (cosa assolutamente fuori dal mondo,che,forse,solo R. Lubrano può pensare)

    ciò non aggiungerebbe,a mio vedere ,una persona in più a visitare Procida,anzi,la toglierebbe…

    L’A.Comunale,secondo me,sta ” cavalcando”,e male,il fenomeno ” Operazione Primavera”, che svolge ,si,azione meritoria,ma,solo perchè sopperisce a un deficit di promozione del territorio che è compito esclusivo della A.C.

    Il “Piano colori “,tanto decantato,mi sembra, che già nel tempo recente fù molto discusso..,e, comunque, non sarà, certo,una delibera comunale a imporre ai proprietari di fare lavori molto costosi,specialmente,in questo periodo di ” vacche magre”.

    La pulizia delle spiaggie,un altro tormentone di Aiello,non dimentichiamolo mai,la persona che impose una cosa assurda ,volle nel mese di Giugno,mi sembra di uno o due anni fa,allungare l’arenile della spiaggia con un progetto assurdo,con l’estate già avanzata,che fù ” spazzato via ” dalla prima “ponentata ” del mese.

    Come sempre ,noi procidani,chiudiamo gli occhi ai veri problemi che affliggono l’economia turistica.
    Per prima cosa,dobbiamo prendere atto che il calo costante ed inesorabile dell’afflusso turistico a Procida,è dovuto,in grandissima parte,se,non del tutto,alla negativissima congiuntura economica che si stà protaendo da più anni e continua tuttora a grande velocità.

    Se anche mettessimo i tappeti d’oro,in tutta l’isola,quando tutti i fattori sociali di micro e macro economia sono in regresso,quando la ricchezza e il lavoro raggiungono picchi bassissimi,come al meridione,quando le cosiddette ” istituzioni ” ,così elogiate da R. Aiello,fanno politiche all’incontrario,, ahimè !di ” disincetivazione “(come,per es. i prezzi esosissimi del trasporto via mare,oppure la cosiddetta tassa di sbarco sull’isola,e tantissime altre cose),invece di attuare politiche di bassi prezzi ,di offerte diversificate,che invogliassero i turisti, e,non, li “spremessero “,come limoni ,ebbè!,

    di che stiamo parlando ? di aria fritta.

    Piuttosto ,al posto di fare inutili Conferenze dei Servizi,si impegnassero a far aprire le porte di Vivara al mondo intero.

    Ecco,questo,si,sarebbe un volano incredibile per la domanda turistica,l'” indotto ” che si creerebbe sarebbe incredibile! , altro che chiacchiere,chiacchiere,Operazione Primavera.. piano colori… ma per favore…

    Pensiamo ,piuttosto,ai lavori che urgono all’Abbazia ,che ,veramente potrebbe diventare,se ,utilizzata bene,una risorsa formidabile.

    E poi ,la Chiesa di S. Margherita Nuova,è stata inaugurata in occasione dello sbarco dei ” RUSSI”, perchè non è fruibile ora alla comunità procidana e ai turisti?

    Punta Solchiaro è uno monnezzaio,perchè non si recupera?

    La collina di S Margerita,con una chiesa antichissima,anzi,la prima chiesa( faccio per dire ” chiesa” perchè all’interno è una banalissima abitazione )

    perchè non è fruibile?( io lo so benissimo,il perchè, e tutti i procidani lo sanno,del ” masochistico ” accordo tra un noto Sindaco… e la proprietà)

    non si potrebbe tentare un ” compromesso ” una ” convenzione “con i proprietari attuali,per rendere fruibile l’accesso,a condizioni da stabilire, ai turisti e ai procidani: sarebbe uno ” scoop ” fantastico per l’offerta culturale di uno dei monumenti piu antichi di procida.

    Ci sarebbero tantissime cose che si potrebbero implementare,ma

    ,e mi rivolgo al Sig.Sindaco,ma se si rincorrono “le farfalle “,il “pseudo-ambientalismo”, una ” sinistra ” solo distruttriva ,

    non andremo da nessuna parte….

    A proposito ! I soldi avuti del ” bike sharing” che fine hanno fatto?…

    e le macchine ecologiche finanziate dalla Regione(con i soldi degli italiani) per il bando vinto

    a che sono servite…. a “rimpinguare ” il ” parco macchina di qualche autorità….
    e tante ,tante altre cose,che non sto qui a scocciare….

  3. la macchinetta elettrica finanziata con soldi pubblici la guida il sindaco e la sua segretaria. caro geppino io aggiungerei a tutti questi problemi anche quello degli abbattimenti dove il sindaco non ha fatto assolutamente nulla. solo qualche intervista tanto per far vedere che fa qualcosa. purtroppo manca la cosa più importante: I FATTI.

    il sindaco sta lavorando bene con gli operatori turistici però deve fare di più. ci sono gli operatori che stanno facendo tante proposte costruttive per migliorare il paese.

    oltre al piano colori vorrei far notare che quando cammini per strada ogni muro è diverso dall’altro…nessuno vede niente.
    le spiagge bisogna pulirle adesso prima che arrivano i turisti per pasqua, x prenotare le case per l’estate. dobbiamo essere pronti. subito.

    i locali invece dovrebbero migliorare i loro arredi
    in alcuni posti ancora si vedono sedie di plastica … ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *