Home > Pirateria > Procida. Lettera al Coordinamento “Liberi Subito”.

Procida. Lettera al Coordinamento “Liberi Subito”.

Riceviamo da Geppino Pugliese e pubblichiamo.

MA CHE FINE HA FATTO IL COORDINAMENTO “LIBERI SUBITO” ?

So benissimo che questa è una domanda retorica ,forse banale, e vi domanderete il perchè di questo interrogativo.

Dopo aver fatto di tutto e di più,proteste,cortei,dimostrazioni plateali,per cercare di portare alla ribalta nazionale il dramma dei marittimi rapiti, sembra che ora tutto tace,anche perchè c’è stato il tassativo ordine di non proseguire con le proteste da parte dei familiari di questi su suggerimento delle Autorità ministeriali.

Ebbene ,permettetemi di dissentire da questo comportamento,che io giudico, si,prudenziale e d’attesa, ma non foriero di risultati positivi.

Io penso che il dramma di questi marittimi e dei loro familiari è certamente un fatto che riguardi una ristretta cerchia di persone che bisogna rispettare profondamente,

ma è essenzialmente, visto il protrarsi della prigionia,e per l’assoluta mancanza di iniziative da parte dello Stato centrale e da parte armatoriale,un fatto di ” interesse nazionale ” , che investe sia i cittadini tutti, sia le istituzioni repubblicane.

Esaminando, alla luce dei fatti, ciò che è successo dal momento del sequestro possiamo tranquillamente affermare che le ISTITUZIONI e l’ARMATORE

hanno del tutto trascurato, snobbato questo dramma, preferendo comportamenti ” pilateschi ” , in aperto contrasto con i loro doveri sia istituzionali che costituzionali.

RITENGO che l’unica ancora di salvezza possa essere questo coordinamento ” Liberi Subito “, che non deve assolutamente abbassare la guardia , ma, addirittura, con questo nuovo governo nazionale, dovrebbe farsi promotore di nuove e più eclatanti iniziative.

Tutti sanno che è stato fatto l’impossibile ,addirittura ci si è rivolti al capo dello Stato,ma niente,tutto tace.

E’ giunta l’ora , a mio giudizio, di organizzare qualcosa di ” clamoroso ” , qualcosa che crei ” turbamento e disagio ” , all’intera popolazione italiana.

Potrebbe interessarti

Targa per i marittimi caduti in mare posta presso la Madonna del Vervece

PROCIDA –Domenica 9 settembre l’Assessore al lavoro marittimo avv. Antonio Carannante, ha presenziato alla posa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *