Procida: l’ospedale non si tocca, la protesta arriva via mare

#lospedalenonsitoccaPROCIDA – Domenica 17 Luglio dedicata alla protesta sull’isola di Graziella per rivendicare il diritto alla salute dei cittadini. Questa mattina manifestazione con le barche che, simbolicamente, hanno occupato il porto di Marina Grande e il Canale di Procida. Il diario di bordo è stato curato da PROCIDA TV.

 

Potrebbe interessarti

blank

Da questa notte attesi venti forti settentrionali e calo temperature

PROCIDA – Allerta Gialla della Protezione civile per temporali su tutta la Campania ad esclusione …

2 commenti

  1. Peccato le barche potevano essere molte di piu’,le persone hanno preferito fare altro,ma il problema OSPEDALE e’ di TUTTI.

  2. geppino pugliese

    Purtroppo le cose non stanno esattamente come dette.

    Purtroppo,il popolo procidano sta subendo “PESANTEMENTE ” l’inesperienza ,l’incapacità politica, il ”

    nullismo ” dei nostri amministratori dediti più a fare i ” fichetti ” su internet ,che a costruire ponti e amicizie presso le autorità campane.

    La verità è che Il Sindaco e tutta Procida sapeva già da molto tempo,prima che il Commissario Polimeni firmasse il Decreto,che noi saremmo stati penalizzati.

    Non si è fatto nulla prima,non si è alzata la ” voce ” dei procidani prima,i deliri di onnipotenza del Sindaco sono ” naufragati ” in una bolla di sapone.

    e, ora?

    Voglio esprimere un mio pensiero a riguardo,prettamente di carattere politico,di prassi politica.

    Al di là dei ” caroselli ” ,delle proteste,seppur giuste, io penso che questa Amministrazione deve darsi una ” mossa ” , abbandonare le “paludi molli ” dei selfie e delle pomposità vanitose di internet
    e costruire dei percorsi politici… in Regione che potrebbero essere forieri di un rinnovato ” peso politico nelle decisioni che si andranno a prendere in futuro.

    Capisco benissimo questi nuovi amministratori ,hanno ancora la testa ” a Procida ” , lo sguardo non và oltre Punta dei monaci.

    Ma, la realtà , è che la ” testa”, il motore, l’inizio di ogni decisione qui a procida,parte ,non già da qui, ma dai palazzi e dalla politica napoletana.

    Quindi, sveglia ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *