Home > A Internet il Nobel per la pace

A Internet il Nobel per la pace

Di RudyBandiera – Oggi 8 ottobre ad Oslo, si annuncerà chi ha vinto il premio Nobel per la pace, quello tra tutti i Nobel probabilmente più importante o se non altro più ambito: il premio più prestigioso del mondo dato all’individuo più prestigioso e per certi versi più “buono del mondo”. Insomma, una figata.
Il Premio Nobel per il mantenimento della pace è stato vinto da illustri, potenti e carismatici personaggi, non ultimo il presidente Obama nel 2009, ma quest’anno avviene una cosa mai avvenuta prima, una cosa che rischia di sballare i termini di paragone e di incasinare quelli che sono i parametri di valutazione, ovvero non viene proposto un essere umano, ma Internet.
la versione italiana della rivista Wired ha candidato Internet al Premio Nobel per la Pace 2010 e l’iniziativa vede testimonial del calibro di Shirin Ebadi, Umberto Veronesi e Giorgio Armani.

“Con l’aumento della sua diffusione e della sua accessibilità, Internet ha infatti ampiamente dimostrato di non essere solo una rete di computer collegati fra loro o un contenitore di pagine web navigabili dagli utenti, ma si offre come prezioso e potente strumento di comunicazione globale in grado di oltrepassare anche le distanze dettate da restrizioni di tipo politico e militare” ninjamarketing.it

Che cosa, più di Internet, ha contribuito ad abbattere le barriere e le distanze? Che cosa, se non Internet, riesce a filtrare tra le maglie della censura per portare agli occhi del mondo quello che i potenti non vorrebbero fosse visto?
Chi, se non Internet, sarà in grado di portare una evoluzione, un cambiamento ed una uguaglianza sociale mai vista prima?
Il punto è forse proprio questo, cioè le opportunità che vengono fornite dalla Grande Mamma Rete: l’opportunità per chiunque di potersi esprimere, l’opportunità per tutti di poter imparare, assimilare, cambiare e discutere, l’opportunità per tutti di riuscire a fare business anche essendo fuori dai grandi centri di business, l’opportunità per tutti di leggere e di sapere, di vedere e di capire.
Non siamo liberi grazie al Web, questo è certo, ma quello che anni fa era impossibile, l’avere voce, oggi è fattibile ed è un fatto reale fuori da ogni ragionevole dubbio.
Quale uomo o donna di questo pianeta, ha contribuito all’emancipazione della razza umana più di Internet? Forse Ghandi, ma è morto..

Speriamo che si vada in controtendenza e che quest’anno si premi, semplicemente, la più grande rivoluzione di ogni tempo.
Considerando che anche Berlusconi avrebbe dovuto essere candidato come Nobel per la pace di quest’anno, mi sento di dire che credo, credo eh, che Internet abbia fatto meglio di Silvio in questi anni.

PS: grazie a RudyBandiera per questo bel post che ci coinvolge tutti e ci fa sentire parte di una grande missione: la Pace ;)

Fonte: http://www.rudybandiera.com/nobel-pace-internet-1006.html

Potrebbe interessarti

BeppeGrillo. IMU, come se fosse antani!

dal blog di Beppe Grillo La tassa più odiosa in assoluto è quella sulla prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *