Home > Procida non è solo gioventù bruciata!

Procida non è solo gioventù bruciata!

di Francesco Marino
Procida non è solo gioventù bruciata e drogata, come purtroppo la cronaca più volte ci segnala, ma anche isola di solidarietà.
Chi avesse ventura di recarsi in questi giorni presso il cimitero comunale, nella sezione n°2 sulla destra alla quinta fila di croci funebri potrà ammirare la splendida tomba dell’ultimo ovvero Giovanni Calone, monumentino realizzato a proprie spese dalla ditta dei fratelli Isidoro e Renato Ambrosino.
Giovanni Calone, passato a miglior vita qualche tempo fa, fu un ragazzo sfortunato, orfano giovanissimo del padre, visse fra mille vicissitudini schernito da molti ma benvoluto da tanti.
Psicologicamente debole fu assistito, diciamo così, dal servizio sanitario locale e quando morì la comunità di Semmarezio, lui era della vicina via Largo Castello, sentì il bisogno di riscattarsi verso questo fratello sfortunato e il giorno del suo trigesimo, organizzato da Don Lello Ponticelli e la sig.ra Grazia, tutti i rappresentanti del quartiere non hanno fatto mancare la loro presenza.
Ora, Isidoro e Giovanni Ambrosino hanno voluto offrire a Giovanni la dignità della sepoltura.
Segnaliamo questo bel gesto a tutti quelli che ci leggono e sarebbe bello che una valanga di “Grazie” raggiungesse, anche tramite SMS i fratelli Ambrosino per quanto disinteressatamente, hanno fatto, a partire dal primo cittadino a nome personale e dei procidani. Il numero di telefono è 0818968009.
Per fortuna che esiste ancora questa Procida, quella che ci piace raccontare e che ci da, nonostante tutto, le emozioni forti per continuarla ad amarla.

Potrebbe interessarti

“A tavola con Procida” a Piacenza il prossimo 28 Ottobre

PROCIDA – Sabato 28 ottobre alle ore 20,00 presso il Salone della Parrocchia di Santa Franca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *