Procida. Partono i bastimenti …

In questi giorni è stato dato ampio spazio sui quotidiani locali sulla grande imbarcata alla volta della Borsa del Turismo Internazionale di Milano.
Sono partiti in missione tutti insieme appassionatamente, Assessori, Associazioni di Categoria e Operatori Turistici, cercando di rimediare al calo del 40% delle presenze dei turisti nella scorsa stagione.
Viene spontaneo chiedersi il motivo del perché si dovrebbe venire in vacanza a Procida, cosa riusciamo ad offrire di più rispetto alle altre isole o localita balneari.
Le strade sono sempre più intasate dal traffico caotico di autoveicoli e motocicli, il trasporto pubblico d´estate non riesce a gestire al meglio l´utenza, le spiagge libere sempre più ridotte delle erosione costiera, le seconde case, destinate ad accogliere i turisti sono sempre più “sgarrupate”, gli Alberghi faticano a mantenersi visto la stagione sempre più corta, e la prossima estate qualcuno di questi rischia anche di non aprire.
I divertimenti notturni sono inesistenti, gli Eventi di poco spessore; la scorsa stagione per “rianimare” la Chiaiolella i Ristoratori si sono autofinanziati per un decente intrattenimento musicale, il problema di come smaltire i Rifiuti non è stato ancora risolto.
Un parco Marino che non viene valorizzato, e potrebbe essere un buon motivo di richiamo turistico, la gestione dei porti turistici ancora avvolto nelle nebbie.
Siamo reduci da un Inverno che ha destabilizzato tutti i collegamenti con il continente e sul futuro di questi grava ancora una grossa incognita.
Con questi presupposti si promuove il Turismo sull´Isola senza alcun intervento per rendere più accogliente e gradevole il soggiorno, lasciando sempre più spazio all´improvvisazione e non ad una seria programmazione sul territorio, con il risultato tangibile che chi viene nella nostra Isola inevitabilmente non ci torna più.
Il calo clamoroso e di picco del 40 % ne è una prova inconfutabile.
Inevitabilmente la polemica si accentrerà su chi è distruttivo, come nel mio caso, o sui cattivi esempi degli isolani qualunquisti e non propositivi.
Ma dal momento in cui si ha la presunzione di governare quest´isola bisogna pure assumersi delle responsabilità e in caso di incapacità almeno avere il buonsenso e la dignità ad ammetterlo.
Invece è sempre la solita “autocelebrazione” ad enfatizzare cose che sono talmente scontate come quella di partecipare ad una manifestazione fieristica sul Turismo.
Aspettiamo quindi tutti con ansia i mirabolanti ritorni di questa nuova Campagna Promozionale del Turismo Procidano.
Mimmo Ambrosino

Potrebbe interessarti

consiglio comunale convocazione e1429775612656

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *