Home > vivibilità > Procida: Petizione popolare con proposte per la mobilità

Procida: Petizione popolare con proposte per la mobilità

carabinieri controlliPetizione Popolare

I Cittadini dell’Isola di Procida,

constatata l’insicurezza che regna sovrana sulle nostre strade, (con quotidiani incidenti, alcuni purtroppo, come quello accaduto ultimamente, mortali); constatato il diffuso non rispetto delle regole; constatata anche l’assenza di spazi per i giovani (e per i cittadini) che ne favoriscano la comune responsabilità sociale, la crescita culturale e lo svago collettivo;

sottopongono, 

al Consiglio Comunale, all’Amministrazione Cittadina,  alle Forze dell’Ordine (Vigili, Carabinieri, ) alle Istituzioni Scolastiche

le seguenti  proposte:

Misure dirette al miglioramento della sicurezza sulle strade

Coordinamento di tutte le forze dell’ordine al fine d’intensificare i controlli stradali di giorno e di notte in tutta l’isola, con particolare riguardo nei punti chiave e al Sabato notte.

Munire i Blocchi dei Carabinieri di Alcol Test

Controllo della velocità, portando i limiti a trenta, nella maggior parte delle strade dell’isola, laddove secondo il Codice della Strada non vi sono normali condizioni di sicurezza (marciapiedi, larghezza delle strade, etc.)

Liberazione delle strade e dei marciapiedi dalle auto in sosta negli spazi non consentiti

Migliorare il fondo stradale dissestato e l’illuminazione (in alcune vie eccessiva, in altre scarsa, o del tutto assente)

Razionalizzare il servizio di distribuzione. Assurdo che camion di straordinarie  dimensioni ostacolino la circolazione nelle ore di punta

Misure di prevenzione

Anticipare gli orari di apertura e di chiusura delle discoteche. (si suggerisce le 23 in modo che anche i ragazzi minorenni possano il Sabato sera, avere qualche ora di svago in sicurezza).

Istituire, il sabato notte, tra i compiti del Servizio Civile ( già oggi svolto da ragazzi e ragazze) un servizio volontario di sostegno e sorveglianza solidale.

Istituire Commissioni con i gruppi portatori d’interesse

Misure sulla qualità della vita

Uno spazio autogestito dai giovani. ( Dopo l’esperienza positiva dell’occupazione autogestita essi suggeriscono di verificare la disponibilità di questo spazio nella scuola, se non è possibile esplorare altre soluzioni)

Una casa della cultura a disposizione di tutti i cittadini. (Biblioteca, spazi per confronto ed iniziative culturali).

Potenziamento del servizio pubblico. (implementandolo anche con navette elettriche, o con pulmini taxi previ accordi concordati).

Potrebbe interessarti

Fratelli d’Italia: Ufficio tecnico comunale, sempre peggio

PROCIDA – A distanza di pochi giorni dalla segnalazione del Black out dell’Ufficio Tecnico comunale, …

Un commento

  1. Rivolgerei una particolare attenzione al sorpasso indiscriminato ed all’eccessivo, se non esclusivo, uso di fari abbaglianti di sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *