Home > abbattimenti > Procida: Sconvolgente dichiarazione di Elisabeth. “Vogliono abbattermi la casa, mi suicido al Comune”

Procida: Sconvolgente dichiarazione di Elisabeth. “Vogliono abbattermi la casa, mi suicido al Comune”


di Gennaro SAVIO
PROCIDA, ELISABETH DISPERATA PER IMMINENTE ABBATTIMENTO CASO: “HO PENSATO AL SUICIDIO”

4 commenti

  1. che vergognaaaa….povera donna invece di aiutarla gli fanno un torto bruttissimo malvagio…che schifooo!!!! se dio esiste davvero punirà queste persone che non hanno cuore

  2. Nn capisco quale sia il problema!
    “Fortunatamente” si tratta di una persona per bene , ma sola, quindi il comune non avra nessun problema a dargli una casa, anche piccola, per permettergli un degna vita. Ha tutti gli appartamenti del ex carcere a disposizione. Occupati quasi tutti abusivamente. Che fa se ci mette una persona volutamente. Anzi penso che colo ro che hanno avuto la casa abbattuta potrebbero chiedere un appartamento nelle strutture dell’ez carcere fin quando se ne troverà ancora qualcuno libero.

  3. Se la casa è abusiva, va abbattuta, PUNTO. Il resto sono chiacchiere.

  4. Sig. Shellenberg

    il suo ragionamento non fa una grinza.

    Lo sa,pero,che se si seguisse il suo ragionamento, che cosa deve essere pure abbattuto: ” META’ CASE PROCIDANE ”

    Lei, forse , sa che la nostra isola è sottoposta a vincolo paesistico,non si può costruire quasi niente,tranne in limitate zone.

    Ebbene si faccia una passeggiatina ,incominciando da Punta Pizzaco, a Punta Solchiaro, a zona cottimo,a S. Margherita etcetcetc : ce ne sono a migliaia,si sono formati veri e propri agglomerati di case,tutte abusive

    Le domande di condono sono tutte nulle, non sono valide,perchè le abitazioni sono state costruite senza una concessione comunale ,senza l’autorizzazione della sovrintendenza,e allora che facciamo ?

    Paga il povero per il ricco,paga solo chi non ha avuto la possibilità di fare ricorsi e temporeggiare.

    QuI si è costruito pure sullo strapiombo delle montagne , le case sono anche crollate per questo motivO,e Lei ,vuol fare giustizia solo per questi 20 mt di casa di “sopravvivenza ” ,mentre si sono costruite seconde e terze case di villeggiatura dai napoletani e stanno ancora li in bella mostra,e nessuno le tocca.

    QUESTA NON E’ GIUSTIZIA E’ UNA VERGOGNA
    LA LEGGE DEVE ESSERE EGUALE PER TUTTI

    Ma,che posso dire!,siamo italiani,e: ” ho detto tutto”,come diceva il grandissimo Totò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *