Procida: Sospeso sciopero delle farmacie

Le farmacie della provincia di Napoli torneranno ad accettare le ricette mediche in regime di convenzione. E’ atteso per il 13 ottobre – in occasione dell’ incontro fissato a Roma tra la Giunta regionale, il ministero per la Salute ed il ministero dell’ Economia – lo sblocco di fondi alla Regione che renderebbe possibile il pagamento di arretrati alle farmacie entro fine ottobre. Per quanto riguarda l’isola di Procida, secondo quanto riportato da Domenico Ambrosino su “Il Mattino”, sequestrati farmaci scaduti in due farmacie. L’operazione è stata effettuata dai Carabinieri della stazione isolana, retta dal maresciallo Massimiliano Albero, insieme alla squadra sanitaria locale dell’ASL Napoli 2 Nord, coordinata dal responsabile Giovanni De Rubertis. Varie le tipologie dei farmaci scaduti: sciroppi, fiale, pillole, collirio, tutti prodotti appartenenti a diverse case farmaceutiche, peraltro reclamizzati a vario livello. Alcuni erano scaduti da pochi giorni o da mesi, altri anche da qualche anno. I titolari delle farmacie sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Napoli. Quest’ultimi, a loro discolpa, hanno dichiarato che i farmaci in questione erano sfuggiti ai controlli che essi periodicamente effettuano.

Potrebbe interessarti

rete della salute

Procida: La struttura sanitaria deve andare a cercare l’utente non il contrario

Di Michele Romano PROCIDA – Il 14 marzo scorso, presso la sala consiliare dell’isola di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *