Home > Procida Trasporti marittimi: “Confermare gli orai minimi”

Procida Trasporti marittimi: “Confermare gli orai minimi”

Se “Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto”.
Questo le intenzioni del Sindaco di Procida, Vincenzo Capezzuto e del delegato ai trasporti, cap. Pasquale Sabia i quali, avendo sentito “puzza di bruciato” nel comportamento (o meglio nel silenzio) della Regione Campania circa modifiche in atto al quadro orario dei trasporti marittimi nel Golfo di Napoli, hanno inviato una nota all’Assessore ai Trasporti della Regione Campania, On. Sergio Vetrella, e al responsabile dell’Ufficio AGL 14,Avv. Gaetano Botta, per confermare le esigenze dei procidani già rappresentate nella Delibera 443/2011.
“Malgrado reiterate richieste di conoscere le variazioni allo studio da parte della Regione relativi alla delibera in oggetto – scrive il Sindaco – a tutt’oggi non ci è pervenuto nessuna segnalazione per richiedere il nostro parere. In un rapporto di collaborazione finora portato avanti con successo ci sembra errato voler calare dall’alto provvedimenti che siano essi peggiorativi o migliorativi.
A tal riguardo ribadiamo ancora una volta i punti più significativi e fondamentali espressi nella nostra n° 15485 del 07 Dicembre 2010 e che sono stati accettati e sottoscritti nei vari incontri:
1 – Partenza del Traghetto Procida – Napoli alle ore 07.05 onde consentire ai lavoratori pendolari e fornitori entro le ore 08.00 e sopperire all’ eventuale assenza dell’aliscafo delle 06.35 per avaria o condizioni meteo marine avverse.
2 – Far scalare a Procida la nave partente da Ischia alle 10.30 visto il vuoto di collegamento con Napoli con nave traghetto dalle 07.05 alle 13.30.
3 – Far scalare a Procida la nave partente da Ischia alle 13.50 diretta a Napoli per consentire il rientro, in particolar modo con condizioni meteo marine avverse, di studenti, insegnanti che si recano presso gli istituti dell’isola d’Ischia, che giustamente debbono essere tutelati a parità degli studenti Ischitani.
4 – Rispettare quanto richiesto dalla Comunità Europea riguardante lo scalo di Procida di tutte le corse dell’unità veloce Caremar sulla tratta Ischia Napoli e viceversa.
5 – Stilare finalmente il protocollo per la gestione dell’emergenza.
6 – Risolvere definitivamente la problematica Procidalines che a tutt’oggi effettua in modo saltuarie le corse da e per Pozzuoli con l’unità sostitutiva.
Nella speranza di avere riscontro a quanto richiesto che, come sempre, è stato limitato a quanto strettamente necessario, inviamo distinti saluti.”

Potrebbe interessarti

Difficoltà nei collegamenti marittimi da e per Procida

PROCIDA – A causa del mare mosso e del vento dominante proveniente da ONO (procidameteo.it) …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *