uccelli feriti
uccelli feriti

Procida: “Uccelli che pesano meno di 100 grammi presi a fucilate”

PROCIDA – “Mattinata di spari sulle isole di Ischia e Procida”. A denunciarlo con un post sulla pagina facebook è Davide Zeccolella, noto studioso e ambientalista protagonista di tante battaglie. “Con l’arrivo dei Tordi in migrazione – scrive Davide –  l’alba è stata salutata dalle fucilate dei signori in mimetica, eccitati da uccelli che pesano meno di 100 grammi. In particolare a Procida si ripete anche quest’anno la tradizionale adunata in zona Cottimo con piombo che viene scaricato illegalmente a pochi metri da strade e abitazioni. In foto il trattamento riservato ai migratori…”

Potrebbe interessarti

Anche Confidustria si è accorta dell’Italia marittima. Il rapporto “Progetto mare”

di Nicola Silenti La competitività dell’economia del mare in una prospettiva di sviluppo del Paese …

5 commenti

  1. Vorrei sapere perché non se la prende anche con i pescatori che pescano pesci di minor peso oppure con chi alleva quaglie per poi uccidere e ricavare guadagno o chi alleva conigli etc. Credo che questo tipo di accanimento verso i cacciatori non sia giustificato.

  2. Spero che chi denunci questi fatti sia un vegetariano perché chiunque mangi carne e da ritenersi complice di un omicidio di animali.

  3. Giancarlo Di Marco

    La legge italiana non permette di cacciare in vicinanza di abitazioni, quindi la quasi totalita di Procida e fuori dalla zone di caccia. Quindi la caccia e illegale in queste zone ( mangiare carne e allevare quaglie non e illegale e quindi non centra niente!!!!) per quando riguarda la pesca bisogna rivolgersi alla guardia costiera…….

  4. Gli ambientalisti come il dott.Zeccolella dovrebbero
    essere decorati al valor militare per i loro, purtroppo inascoltati, leggittimi reclami che, ci rammentano
    quanto di ” bestiale ” sopravvive nell’essere umano
    in genere e nel ” cacciatore ” in particolare .
    Una specie oramai estinta nei paesi evoluti del pianeta !
    Ma che sopravvive a fatica, ovunque vi sia abbastanza affanno di competizione contro una cacciagione completamente indifesa .
    Evidentemente non è abbastanza vasto il consumo di carne che a onta dei vegetariani e dei vegani,
    ancora in modo intensivo, opera strage nella specie animale.
    Dopo due guerre dove ci si scannava tra bestie simili si vuole ” ancora ” continuare ad uccidere
    in nome d’una passione che niente ha di sportivo
    e molto di vigliacca carneficina del creato .
    Abbiamo ancora fame…fame di violenza !!

  5. Carnivori vegetariani o vegani possono esprimere,
    se vogliono risentimento, verso chi ” imbraccia un fucile
    per sparare senza alcun bisogno impellente, a specie
    a volte anche in via d’estinzione .
    Tra gli sport da scegliere per una mattinata tra amici
    esiste il tiro al piattello, alle sagome o ad altri oggetti
    ” non viventi “.
    La pesca è per alcuni sopravvissuti, motivo di sussistenza mentre uno stupido esercizio di forza verso specie indifese, è solo vigliaccheria !
    Purtroppo siamo stati cresciuti carnivori ma, siamo sempre in tempo a cambiare, gradatamente e a ragion veduta, la nostra rotta d’orientamento !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.